Sta provocando una vera e propria bufera mediatica e social il servizio del Tgr Leonardo, andato in onda su Rai 3 il 16 novembre del 2015, dove il conduttore di allora riferiva testualmente che “scienziati cinesi creano supervirus polmonare da pipistrelli e topi. Serve solo per motivi di studio ma sono tante le proteste”. Moltissime persone sono infatti terrorizzate dal fatto che il Covid-19, diffuso ora in tutto il mondo, sia stato creato in laboratorio e poi, non si sa per quale motivo, sia stato ‘liberato’ per errore o volontariamente.

Una teoria del complotto che, ovviamente, non trova nessun riscontro scientifico. L’accostamento tra l’attuale Coronavirus e quello creato nel 2015, attraverso un esperimento condotto da varie università, anche americane, tra cui proprio quella di Wuhan, è stato però già seccamente e ripetutamente smentito: insomma, il nuovo coronavirus che causa la Covid-19 non è stato creato in laboratorio. Il virus è senza dubbio di origine naturale e non artificiale. Una tesi che trova d’accordo anche Diego Fusaro il quale non sostiene affatto che il coronavirus di oggi sia lo stesso creato nel 2015, ma solo che il servizio del Tgr Leonardo dimostri come qualsiasi virus potrebbe essere prodotto in laboratorio.

Fusaro sul Tgr Leonardo: ‘Prova che anche il Covid-19 potrebbe essere stato prodotto in laboratorio’

Come appena accennato, Diego Fusaro non crede assolutamente che il Covid-19 sia stato prodotto in laboratorio. Ma il servizio mandato in onda dal Tgr Leonardo nel 2015, che in queste ore è diventato virale sui social network, dimostrerebbe a suo modo di vedere come sia assolutamente possibile creare qualsiasi tipo di virus in laboratorio.

Nel suo intervento a Radio Radio di giovedì 26 marzo, Fusaro se la prende con quelle che bolla come le “centrali che diffondono a reti unificate la catechesi del verbo unico politicamente corretto”. In questo caso, il riferimento è alla certezza che il coronavirus “non può essere nato in laboratorio”, ma da un pipistrello dal quale poi il virus è passato all’uomo. Cosa che però, come già affermato, è stata smentita da diverse ricerche universitarie.

Servizio del Tgr Leonardo 'considerato da alcuni pistola fumante contro la Cina’

Insomma, anche se il video del Tgr Leonardo sta creando reazioni di panico perché considerato da alcuni la “pistola fumante” che proverebbe le responsabilità della Cina nella diffusione del coronavirus, Diego Fusaro si dice convinto che il “virus che sta circolando in questi giorni non è lo stesso del servizio del 2015, ma è comunque la prova che il virus può essere prodotto in laboratorio”.

Segui la nostra pagina Facebook!