Il nuovo Ponte Morandi di Genova sarà gestito dalla società Autostrade della famiglia Benetton. A confermare la notizia è il ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli. L’esponente del Pd annuncia di aver scritto una lettera al sindaco di Genova Marco Bucci, nominato dal governo anche nel ruolo di commissario straordinario alla ricostruzione del Ponte Morandi. La decisione del governo guidato da Giuseppe Conte suscita però la reazione negativa del presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, ma anche quella della leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni che, sul rinnovo della concessione anche per aeroporti di Roma, parla di “regalo ai Benetton”.

La decisione del governo sul Ponte Morandi: concessione ai Benetton

Come appena accennato, è lo stesso ministro delle Infrastrutture a confermare la decisione del governo Conte di assegnare la concessione del Ponte Morandi alla società Autostrade dei Benetton. “Confermo che il nuovo Ponte Morandi sarà gestito da Autostrade - dichiara l’esponente del Pd durante un’intervista concessa a Radio24 - ho scritto io la lettera al sindaco Bucci. La gestione va al concessionario che oggi è Aspi (Autostrade per l’Italia ndr), ma sulla vicenda c’è ancora l’ipotesi revoca”, mette però le mani avanti il ministro.

La reazione di Giovanni Toti: ‘Penso alle promesse dei grillini sulle macerie del Ponte Morandi’

Tra le reazioni più critiche rispetto alla decisione del governo sul Ponte Morandi c’è sicuramente quella di Giovanni Toti.

“Dopo due anni di minacce, immobilismo, proclami, giustizia promessa e rimandata, il Ponte di Genova verrà riconsegnato proprio ad Autostrade, come ha ordinato il governo M5S-Pd”, si lamenta su Twitter il presidente ligure. “Penso ai grillini che promettevano, sulle macerie del Ponte Morandi, che avrebbero tolto subito le concessioni - aggiunge poi in un altro cinguettio - a chi ci accusava di essere amici di Autostrade quando predicavamo solo buon senso dicendo che la giustizia si fa nei tribunali”.

Il commento di Giorgia Meloni

“Io non dico nulla - conclude Toti - aspetto il commento di: Travaglio, Pedullà, Di Maio, alcuni giornalisti che vorrebbero fare Politica, tutti coloro che in questi anni hanno pontificato per i loro amici”. Un attacco riferito al Ponte di Genova al quale si unisce anche Giorgia Meloni. La leader di Fdi denuncia su Facebook il “blitz” della maggioranza giallorossa in commissione Bilancio alla Camera con cui si è deciso di “prorogare tutte le concessioni aero-portuali per due anni”, compresa quella per Aeroporti di Roma.

Decisione che fa gioire la famiglia Benetton, chiosa Meloni che poi punta il dito contro i pentastellati che “di fronte al proprio elettorato lanciano strali e anatemi contro i Benetton, dentro il palazzo si accordano con la sinistra per garantire le loro posizioni”.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!