Il sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, nella mattinata del 19 novembre ha convocato una conferenza stampa presso Palazzo di Città per chiarire la sua posizione e quella della giunta comunale circa la vicenda del bilancio provvisorio del Comune per gli anni 2020-2022: il documento ha ricevuto il parere negativo da parte del dirigente dei Servizi Finanziari Simone Simeone. La bocciatura è arrivata il 17 novembre scorso determinando le dimissioni dell'assessore al Bilancio, Cristiano D'Errico. Il primo cittadino, inaugurando la conferenza stampa, ha detto che quanto accaduto è "una cosa più unica che rara in Italia".

A suo dire quindi sarebbe successo poche volte che un dirigente del Comune bocci il bilancio dell'ente pubblico.

Rossi: 'Politica commissariata con parere negativo di un dirigente'

Secondo il primo cittadino "la Politica è stata commissariata con un parere negativo del dirigente". A tal proposito Rossi ha fatto sapere alla cittadinanza e ai giornalisti presenti di aver già nominato il commissario ad acta, Sebastiano Giangrande. Sarà lui adesso a presentare il nuovo schema di bilancio alla giunta comunale. Durante la conferenza stampa il sindaco di Brindisi è stato accompagnato dagli assessori Pinto, Masiello, Lopalco e Lettori. Il primo cittadino, durante il suo discorso, ha toccato i punti salienti della relazione effettuata dal dirigente, che riguardavano i bilanci delle società Multiservizi ed Energeko (entrambe partecipate dell'ente con sede in piazza Matteotti), il bilancio del consorzio Asi e il saldo dei fondi elargiti dallo Stato per poter aiutare gli enti locali durante l'emergenza Covid-19.

Proprio su questo punto Rossi è stato chiaro, dichiarando che in una situazione piena di incertezze, come quella in corso a livello globale a causa della pandemia, "bisogna prendere atto che il piano di alcuni obiettivi va varato". Il consiglio del sindaco era quello, in sostanza, di procedere prima con l'approvazione del bilancio di quest'anno, per poi approvare lo schema di bilancio per gli anni 2021 e 2022 entro il 31 gennaio 2021.

D'Errico replica al sindaco

L'assessore al bilancio Cristiano D'Errico ha replicato al sindaco Riccardo Rossi, affermando che quello che si voleva approvare non era il suo bilancio. Rispondendo anche all'opposizione, il primo cittadino ha invitato l'altra parte politica a proporre delle soluzioni utili per poter risanare i conti, anche perché da oggi ci sarà un commissario con cui interfacciarsi.

In ultimo Rossi ha fatto presente che non ha intenzione di lasciare la guida della città, anche perché ci sarebbero buone possibilità di risanare i conti attuando i dovuti interventi.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!