Nella giornata di ieri, lunedì 28 dicembre, la neve è scesa copiosa su Milano e su gran parte del nord Italia. Nel capoluogo lombardo i disagi non sono mancati e il leader della Lega Matteo Salvini su Twitter ha subito puntato il dito contro il sindaco Beppe Sala: "Ma non segue le previsioni del tempo?" ha chiesto sarcastico.

La replica del primo cittadino non si è fatta attendere: "Chi come Salvini non ha mai lavorato è abituato a fare proclami sulla tastiera".

Le critiche di Matteo Salvini

La nevicata di ieri a Milano era prevista, ma la città, nonostante il "piano neve" predisposto nei giorni scorsi, si è trovata in parte preparata.

Durante tutta la giornata, infatti, si sono registrati problemi alla circolazione, incidenti, mancati passaggi di mezzi spargisale ed alberi caduti.

Matteo Salvini, sempre attivissimo sui social, ha colto l'occasione per attaccare il modo di far Politica del sindaco di Milano. Dopo aver annunciato di essere diretto, nonostante la neve, all'Avis di Lambrate per donare il sangue, il leader della Lega ha spiegato di essere in partenza per Roma per un incontro in Senato. Quindi ha sottolineato: "Stiamo cercando di limitare danni e tasse che il Pd del signor Sala vorrebbe imporre".

Poi ha aggiunto: "Gli amici del sindaco, colto impreparato da una nevicata annunciata giorni fa, vogliono addirittura cancellare, in un momento di difficoltà economica, Quota 100 e stanno rubando il sonno e anni di vita a milioni di milanesi e di italiani che stanno rischiando di perdere il lavoro".

"Non riuscire a spazzare la neve è un danno rimediabile - ha concluso il leader della Lega - alzare l’età per la pensione, invece, sarebbe un danno inimmaginabile".

Salvini non è stato l'unico esponente del centro destra a giudicare inadeguata la gestione dell'attuale amministrazione comunale meneghina.

Silvia Sardone, eurodeputata e consigliere comunale del Carroccio, in un comunicato, ha criticato l'operato del primo cittadino definendo il piano anti neve del Comune di Milano un "flop assurdo". L'assessore regionale alla sicurezza stradale Riccardo De Corato (Fdi), invece, ha accusato in particolar modo l'assessore alla Mobilità e Lavori pubblici Marco Granelli di non aver saputo organizzare un piano efficace per le periferie.

La replica di Sala

Il sindaco di Milano Beppe Sala, nelle scorse ore, ha voluto replicare alle forti critiche ricevute e si è voluto rivolgere direttamente all'ex ministro dell'Interno. "Vorrei rassicurare il senatore Salvini - ha dichiarato su Facebook - Seguo le previsioni del tempo e seguo anche il lavoro di quanti che, sulla strada, stanno cercando di fare il possibile". "D’altro canto – ha sottolineato – chi lavora, come me, da una vita, è abituato a seguire prima le cose e poi ad agire".

Sala, precisando poi che tutti i mezzi disponibili sono impegnati e tanta gente, in ufficio come all'aperto, sta lavorando per la città, ha anche esortato tutti i suoi concittadini a fare la propria parte.

Il primo cittadino dem, ha poi alzato i toni: "Chi come Salvini non ha mai lavorato è abituato a fare grandi proclami e a usare la tastiera".

Infine Sala ha alluso alle prossime elezioni: "Fra pochi mesi, i milanesi, potranno scegliere chi è più credibile per prendersi cura della città".

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina Matteo Salvini
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!