A pochi giorni dagli scontri di piazza Montecitorio, lo sciamano italiano è ospite di Dritto e rovescio. Durante la trasmissione condotta da Paolo Del Debbio su Rete 4, il ristoratore Ermes Ferrari spiega le ragioni per cui ha deciso di vestirsi da “clown”: attirare l’attenzione dei mass media sulla protesta dei ristoratori del movimento 'Io apro' del quale anche lui fa parte. Lo sciamano prende le distanze dalle violenze di piazza, ma rivendica il fatto che lui e i suoi colleghi siano stati “aggrediti”. Ferrari punta anche il dito contro la linea Politica del governo Draghi che, a suo giudizio, “purtroppo è sordo”.

Lo sciamano italiano ospite di Dritto e rovescio

Tra gli ospiti della trasmissione c’è anche una delegazione dei manifestanti di ‘Io apro’ presenti l’altro giorno in piazza Montecitorio. Paolo Del Debbio apre il collegamento con il suo inviato al cui fianco si nota subito il ristoratore Ermes Ferrari, conosciuto ora come ‘lo sciamano italiano’. “Solo a dicembre ho perso 100mila euro”, protesta Ferrari. Il giornalista allora offre la sua solidarietà alle categorie di lavoratori che stanno protestando nelle piazze italiane, ma chiede allo sciamano di prendere le distanze dagli atti di violenza, ricordando i sette fermati e un “poliziotto con la testa spaccata” dopo gli scontri di piazza Montecitorio.

Lo sciamano contro il governo Draghi: ‘Purtroppo è sordo’

“Si, senza però contare che noi siamo stati aggrediti. Prendiamo le distanze dalla violenza. Questo è il segno che mi rimane dopo una bastonata presa con una maglietta a maniche corte, io ero a mani alzate con i ragazzi di Io apro”, replica lo sciamano in maniera polemica mostrando un evidente livido sul suo braccio.

L’inviato di Dritto e rovescio lo incalza chiedendogli perché si sia vestito in questo modo. Forse voleva “occupare Montecitorio come Capitol Hill?”. Ma lo sciamano italiano replica spiegando di essersi vestito così perché, dopo tre mesi che ha deciso di aderire alla protesta dei ristoratori di Io apro, ha notato che “girano tutta l’Italia ma non riescono a fare arrivare la voce della disperazione a questo governo che purtroppo è sordo”.

Ermes Ferrari: ‘Mi sono vestito da clown’

Di fronte a questa situazione, Ermes Ferrari ha deciso che “l’unico modo di mandare un messaggio” affinché tutta la stampa si “focalizzasse” sulla manifestazione di Montecitorio, fosse quello di “vestirsi quasi da clown”, indossando gli stessi panni dello sciamano americano Jack Angeli durante l’assalto al Congresso Usa. ”Io non sapevo neanche chi era, lo avevo visto su tutti i social”, aggiunge Ferrari concludendo il suo intervento.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!