Dopo un’estate che sembrava non voler cedere il passo, improvviso è arrivato il maltempo sulla Capitale. Questa è almeno la nostra sensazione, fino a qualche giorno prima abbracciati dal tepore dell’ottobrata romana, in realtà il maltempo è arrivato con precisione svizzera il 21 novembre come avevano preannunciato i meteorologi, e così “Attila” è sceso da Nord con forti venti, gelo e pioggia anche sulla Città Eterna. Soprattutto le forti raffiche di vento hanno causato diversi problemi e creato immediatamente disagi non che pericoli per i cittadini.

Vento fino a 30 nodi sul Litorale

Le condizioni climatiche avverse hanno da prima interessato il Litorale, dove tra venerdì notte e sabato mattina le forti raffiche di vento hanno raggiunto quasi i 30 nodi, provocando diverse mareggiate e creando pesanti disagi all’aeroporto Leonardo Da Vinci, con ritardi anche di due ore per alcuni voli.

La forza dei venti si è attenuata nella giornata di domenica, consentendo all’aeroporto di Fiumicino di tornare ad utilizzare tutte le piste e tornare gradualmente alla normalità. Da Ostia a Fregene temperature rigide sull’intero litorale romano.

Albero giù davanti a una scuola!

Il fatto più sconcertante dei primi problemi causati a Roma dal maltempo, legato anch’esso al forte vento, è accaduto oggi, al quartiere Trieste: un albero è caduto davanti alla scuola elementare Contardo Ferrini, facendo demolizione di un auto in sosta. Possiamo immaginare la preoccupazione dei genitori, ma fortunatamente non ci sono state persone coinvolte e la zona è stata immediatamente chiusa con transenne. Non vogliamo nemmeno pensare al peggio che poteva succedere, è andata tutto sommato bene, ma il problema ora va affrontato seriamente; l’ingresso della scuola Contardo Ferrini è attorniato da altri alberi come quello caduto questa mattina: è necessario avere certezza sullo stato degli arbusti presenti.

I migliori video del giorno

E siamo solo all’inizio della stagione avversa, come quasi da prassi il maltempo sembra prenderci sempre in contropiede, ma troppe volte sono i nostri autogol a fare il peggio, un esempio per tutti: fino a venerdì scorso molte strade di Roma erano ricoperte dalle foglie che da sempre in questo periodo dell’anno cadono, il manto a terra autunnale era da cartolina a Trastevere, peccato solo che i tombini si ostruiscono e una semplice e normale pioggia allaga le carreggiate.  

 

 

 

  #Cronaca Roma #Allerta Meteo