Continuano i forti disagi nella mobilità romana alle soglie delle elezioni per il nuovo sindaco e i problemi della città eterna sono sempre maggiori. Sono sempre in aumento, infatti, i disservizi che caratterizzano la Capitale, tra sospensioni, guasti e quant'altro. Tutto questo non fa che paralizzare l'intera metropoli per ore, sopratutto in un anno delicato come questo e cioè in pieno Giubileo. Cominciando dai bus, nelle ultime settimane è lampante il disservizio della linea 60 che collega il III Municipio e Piazza Venezia e che, nelle ore di punta, vede saltare numerose corse creando non poche difficoltà ai cittadini. 

Disservizi nella mobilità romana

Sempre più spesso, nelle ultime due settimane, molti bus della linea hanno saltato il turno e come conseguenza i pochi mezzi a disposizione sono risultati strapieni, provocando malumori, ma anche malesseri, nei passeggeri a causa del gran caldo e del senso di soffocamento.

Anche quello che è successo negli ultimi giorni è rimbalzato su tutti i quotidiani e ha fatto discutere l'opinione pubblica. Infatti, ci sono stati ritardi e rallentamenti nelle linee della metropolitana e della linea Roma-Viterbo. In realtà molti passeggeri hanno notato la stranezza di questi rallentamenti e stanno temendo che possa verificarsi, nuovamente, quanto accaduto lo scorso anno col cosiddetto 'sciopero bianco', quando i macchinisti della metro procuravano deliberatamente ritardi come forma di protesta sindacale.

In realtà, per il momento, non sembrano esserci le condizioni per una protesta simile, considerando anche il particolare momento che sta vivendo Roma. Tuttavia, i passeggeri che ogni giorno si muovono da una zona all'altra della Capitale per lavoro si sono sfogati sui social per lamentarsi del fatto che la sia la linea A che B, il giorno 26 maggio, hanno subito un blocco esattamente nella stessa fascia oraria, creando anche un sovraffollamento sulla banchina.

I migliori video del giorno

Il nuovo sindaco saprà risolvere questa problematica e offrire a Roma una mobilità appropriata per una metropoli del genere?

QUELLO DEI TRASPORTI È UN TEMA CRUCIALE PER LO SVILUPPO DELLA CITTÀ

Non ci si può nascondere, quello dei trasporti è un tema cruciale per Roma e come tale va affrontato. Intendo favorire lo sviluppo della rete tramviaria e delle modalità innovative che garantiscono una capacità di carico molto più ampia della gomma, e costi di costruzione dieci volte inferiori alle metropolitane “pesanti”. Alla fine del mio mandato voglio consegnare ai romani una rete di trasporto pubblico moderna e veloce, affiancata dal potenziamento delle nuove modalità di trasporto, car e bike sharing, che non devono fermarsi nella città storica, ma servire tutto il territorio comunale. #Cronaca Roma