Alla fine di Aprile, vento forte e pioggia hanno colpito la Capitale e altre zone come Fiumicino e Fregene. I Vigili del Fuoco sono intervenuti in circa 170 situazioni di pericolo nella giornata e durante la notte tra il 25 e il 26, rimettendo in sicurezza in tempi brevi quanto era stato danneggiato dall'improvviso maltempo.

Gli alberi caduti sono ancora lì

Alla fine di Maggio, quindi dopo più di un mese, alberi e transennamenti sono ancora dove sono stati posti dai primi interventi. Il motivo di tanto ritardo è nella difficoltà e nella carenza di personale e di mezzi che da tempo affligge le strutture che fanno capo al Comune di Roma.

In primis, le squadre del Servizio Giardini e di seguito tutte gli enti che potrebbero e dovrebbero ristabilire una situazione ottimale.

A cosa si deve questa situazione? Il problema è antico e nessun Sindaco e nessuno degli Assessori all'Ambiente sono riusciti a risolverlo. Il contratto dei giardinieri è equiparato a un livello di operaio superspecializzato e quindi ha un costo orario notevole. Nel corso degli anni l'unica strada seguita è stata quella di non assumere nuovo personale ma di ricorrere alle più convenienti cooperative. Il numero degli addetti è quindi ridotto rispetto alle esigenze di una città come Roma e le squadre fanno il possibile. Intanto si è creato un enorme mosaico di assegnazioni alle coop che in alcuni casi hanno prodotto in alcune strade una particolare situazione: da un lato vediamo tutto curato e in ordine, dall'altro lato della strada erbacce e abbandono la fanno da padrone.

I migliori video del giorno

E' ovvio che le competenze di due cooperative diverse possono dare risultati diversi...

Mafia Capitale

Dopo l'esplosione del caso Mafia Capitale i dirigenti comunali hanno cercato comprensibilmente di limitare le assunzioni di responsabilità o di firmare ordinanze e delibere con leggerezza. Il risultato si è quindi aggravato, anche per il settore del verde pubblico. Si è addirittura arrivati ad emettere un reperimento di volontari, da parte del Dipartimento Tutela Ambiente e del Verde - Protezione Civile, prot. 36304 del 9 giugno 2015, per la vigilanza nelle ville, nei parchi e giardini del Comune di Roma.

Il nuovo Sindaco

Oggi però il problema di una struttura con personale e attrezzature sufficienti a garantire la gestione del verde e del territorio cittadino è fermo ai nastri di partenza. Per il nuovo Sindaco sarà questo uno dei veri nodi da sciogliere, sia in termini pratici che burocratici, dove si costruirà il consenso dei romani che non chiedono schieramenti politici o religiosi ma solo strade sicure, pulite e illuminate.