Trovato stamane in un locale all'interno dello Stadio Flaminio di Roma il corpo di un uomo, sul posto sono presenti gli inquirenti per gli accertamenti di rito, da quanto trapela si tratterebbe di un cittadino dello Sri Lanka di circa 40 anni giunto nel nostro paese da tempo, ma privo del permesso di soggiorno.

Tragico rinvenimento all'interno dello Stadio Flaminio

La struttura dello Stadio Flaminio che ormai da anni versa in uno stato di totale degrado ed abbandono è divenuta ricettacolo di vagabondi e senzatetto che qui trovano un rifugio di fortuna. Il corpo a quanto sembra è stato trovato riverso e sanguinante pertanto prende piede l'ipotesi della morte violenta, in tal senso gli inquirenti stanno vagliando le testimonianze degli altri senzatetto che occupano la struttura e da quanto emerge sembra che Charlie, questo il nome dell'immigrato deceduto, sia stato visto ieri sera bere sino a tardi con altre due persone, pertanto si fa strada l'ipotesi di una lite dovuta all'abuso di alcol degenerata, tutte le ipotesi sono comunque sul campo ed al vaglio degli inquirenti impegnate a fare piena luce sul violento episodio.

Stadio abbandonato al degrado da anni

La struttura, un vero e proprio gioiellino architettonico, costruito verso la fine degli anni '50 su progetto dell'Architetto Antonio Nervi con la collaborazione del padre Pier Luigi Nervi, autore della sala Nervi in Vaticano, fu parte integrante del progetto strutturale messo in campo dal nostro paese per ospitare a Roma [VIDEO] i giochi della diciassettesima Olimpiade che come noto ebbe quale palcoscenico la città eterna nel 1960, ospitò infatti in quell'occasione alcune delle partite del torneo di calcio Olimpico, inizialmente con una capienza di circa 40.000 persone ridotte poi a 30.000 per rispettare a pieno le norme di sicurezza, l'impianto è stato attivo sino al 2011 ed impiegato per ospitare le partite della nazionale Italiana di Rugby nel torneo 6 nazioni, i romani ne ricordano anche il suo impiego per le partite di Roma e Lazio durante i lavori di rifacimento dello Stadio Olimpico in previsione dei mondiali del 1990 ospitati dal nostro paese.

La speranza è che questo violento episodio di #cronaca nera riaccenda in qualche modo i riflettori su questo impianto che ad oggi rappresenta l'esempio lampante di una delle tante cattive gestioni del nostro patrimonio e che si possa finalmente procedere al recupero di questa struttura da parte degli enti preposti. #2018