3

Nella splendida cornice dell'Università degli Studi "Suor Orsola Benincasa", immersi nel centro storico di Salerno, il 2 febbraio 2018 è stato presentato il Percorso Formativo Universitario "Università del volontariato". Univol è un progetto nato nel 2012 al CIESSEVI (Centro servizi per il volontariato Città Metropolitana di Milano).

Università del Volontariato è l'esempio virtuoso di come degli enti del Terzo Settore si sono uniti, appoggiando e promuovendo questa interessante iniziativa formativa, culturale e sociale. Tra gli enti che principalmente portano avanti questo progetto sono i CSVnet la rete nazionale dei Centri di Servizio al Volontariato, parallelamente, condiviso con altri CSV italiani come ad esempio ed in questo caso, il Centro Servizi del Volontariato di Salerno "Sodalis Salerno".

Treviso e Bologna nel 2014 furono le prime due sedi, mentre dal 2016 sono nate le sedi di Salerno e Cosenza.

Saranno centocinquanta ore di formazione, la realizzazione di corsi obbligatori specialistici, uno short master e stage che serviranno principalmente a comprendere più da vicino l'ambito del terzo settore. Presenti all'evento di presentazione alcuni docenti e rappresentanti del Suor Orsola e del CSV Salerno che hanno spiegato ai partecipanti le attività formative che verranno messe in campo successivamente in questo primo anno.

All'Università del Volontariato possono aderire Volontari iscritti alle Organizzazioni di Volontariato e agli Enti del Terzo Settore della provincia di Salerno, Studenti Universitari e semplici cittadini che hanno necessità di comprendere da vicino e in modo approfondito la parte tecnica e teorica del mondo del volontariato.

L'accesso ai corsi è a numero limitato; 25 saranno le persone che potranno partecipare all'anno formativo. L'intero percorso universitario ha in programma la realizzazione di 3 corsi base obbligatori, successivamente 2 corsi specialistici da scegliere, uno short master ed una stage presso una organizzazione di volontariato della provincia di Salerno dove gli studenti entreranno praticamente in opera, tastando da vicino l'operato delle associazioni e quindi acquisendo nozioni specifiche e una maggiore consapevolezza sulla gestione di un'associazione.

Con la riforma del terzo settore si è compreso che vi è bisogno di formare coloro che frequentano questo ambito ed anche chi per la prima volta vuole entrare a far parte di una organizzazione no profit [VIDEO] ed essere preparato sia teoricamente e tecnicamente. Si va verso un l'ammodernamento del terzo settore e con il Decreto Legislativo del 3 luglio 2017, n 104 sono aumentati gli adempimenti per le associazioni e quindi i presidenti e volontari di quest'ultime ma non solo, anche gli altri organi presenti negli ambiti associativi dovranno prestare maggiore attenzione.

L'aspetto fiscale è quello più difficile da comprendere anche perché cambiato radicalmente in confronto al passato.

CSV Sodalis sempre in prima linea nel campo dell'assistenza

Il Centro Servizi del Volontariato di Salerno nella sua esperienza decennale, con l'attuale presidenza ben rappresentata da Agostino Braca, ha messo in campo molte iniziative che vanno verso la formazione del volontario e degli amministratori delle associazioni. Corsi qualificanti come l'Università del Volontariato specializzano i partecipanti alle attività di volontariato e gli stessi portano nelle proprie organizzazioni maggiori nozioni e attenzione nella realizzazione dei progetti e delle azioni, in modo da rendere efficiente l'ente e pronto a partecipare a progetti e azioni mirate. Il CSV Sodalis ad oggi è Coordinato dall'Avvocato Cristian Iannone, mentre l'area formazione è gestita da Fabio Fraiese D'Amato. L’obiettivo dell’Università del Volontariato è di dare le competenze e le conoscenze ai volontari e agli studenti l'opportunità di avvicinarsi al mondo del non profit, questo darà modo di arricchirsi nell'ambito culturale e professionale.