I botti di fine anno provocano a cani e gatti vero e proprio dolore. Più sensibili i cani che possono sentire frequenza anche superiori alle 80 mila vibrazioni al secondo. Ma rischiano grosso anche i gatti che al rumore delle esplosioni provano a scappare per strada con il pericolo di essere investiti. Non meno felici gli uccelli che con i botti perdono l'orientamento e vanno a sbattere contro auto e finestre.

Come ogni anno le associazioni animaliste insistono sui danni che i petardi più fragorosi - spesso illegali - provocano agli animali domestici. In quasi tutti i comuni d'Italia i sindaci hanno emanato a dicembre le ordinanze che vietano l'uso di petardi e fuochi d'artificio, le difficoltà però rimangono nell'applicarle.

Nella sola notte di capodanno, secondo l'associazione Gaia, migliaia di animali muoiono per incidenti provocati dallo spavento dei botti, o al peggio per assideramento, dopo essere scappati impauriti.

Ai padroni di cani e gatti non resta che agire d'anticipo e prendere qualche precauzione.   

Ad esempio se si tiene un animale solitamente fuori casa, per la notte di capodanno sarebbe più opportuno dargli ospitalità all'interno. Basta un luogo chiuso e rassicurante, riparato dai rumori dell'esterno. Se poi l'amico a quattro zampe dovesse rimanere da solo per quella notte, meglio tenere accesa tv o radio così da attenuare i botti che arrivano dalle strade e regalare loro un inizio anno senza inutili batticuore.
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto