Dopo tante delusioni avute dalle Istituzioni Sanitarie Provinciali e Regionali, su politiche aziendali sanitarie Locali e Provinciali, che vanno dall'accorpamento dell'Ospedale Spoke di Castrovillari a quello di Acri, quest'ultimo prima ospedale di Montagna; dall'accorpamento delle ASL della più grande provincia Italiana, in un'unica ASL, l'ASP di Cosenza, e che vedeva sopprimere l'ASL n° 1, la n° 2,  la n° 3 e la n° 4 e la  chiusura di vari Presidi a volte giusta, che andavano però sostituiti da centri Sanitari per Post-Acuzie, Pronto Soccorso e Lungodegenze, arriva finalmente una buona notizia.

Nonostante ci troviamo ad affrontare una carenza cronica di posti letto per ricoveri urgenti, che vengono occupati da pazienti non acuti che necessitano di ricoveri per accertamenti, riabilitazioni ecc., è stata appena inaugurata, una nuova T.A.C. di ultima generazione ed è stata collocata appunto nell'Ospedale di Castrovillari. Il macchinario permetterà un rapido esame a scansione ad elevata velocità e quindi permetterà di ammortizzare le liste ed i tempi di attesa giornalieri dei pz. che accederanno alla nostra Azienda.

La Nuova T.A.C. a detta del Direttore Generale Dottor.Scarpelli, è il primo passo verso gli impegni presi per la soluzione dei problemi ed il rilancio dell'ospedale Spoke Castrovillari-Acri, a cui farà seguito la riapertura delle sale Operatorie ancora in ristrutturazione, la consegna della seconda ala del reparto Medicina ed il riassetto delle piante organiche.

Segui la nostra pagina Facebook!