Gli ultimi giorni del mese di marzo e questi primi di aprile, hanno visto un alternarsi di giornate stupende, con temperature molto alte per la media del periodo, a giornate con temperature decisamente basse. Tutto ciò, chiaramente, potrebbe causare ancora qualche ultimo malanno alle persone più inclini all'influenza, con influenza intestinale molto comune in questi periodi. Occhio quindi a questi ultimi attacchi virali.

Come detto, l'influenza intestinale è molto comune in questa fase di stagione e i medici nei loro blog, descrivono alcune cure naturali e non per prevenire ed eventualmente curare quest'influenza, un po' fastidiosa.

Influenza 2014: come evitarla e i sintomi

I medici sostengono, che , nonostante il picco dell'influenza 2014 sia passato da oltre un mese, essa avrà un colpo di coda almeno fino a metà aprile, colpendo soprattutto lo stomaco e l'intestino.

Le precauzioni per evitare di contrarre questa influenza sono sempre le stesse: lavarsi bene le mani, coprirsi abbastanza bene nonostante il tempo sia mite, mangiare sano e leggero, evitare di rinchiudersi in luoghi chiusi e poco areati.

I sintomi di questa influenza sono febbre, anche abbastanza alta, dolori muscolari ed ossei improvvisi, mal di gola, raffreddore, tosse insistente e grassa. Tra l'altro, il tutto è accompagnato da vomito, diarrea, fitte alla pancia, senso di debolezza o spossatezza.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

Influenza 2014: rimedi, naturali e non

Una volta che ci si accorge di aver contratto l'influenza cosa fare? Qualora la febbre salga alta, e superi i 38 °C, chiamare il medico o correre in ospedale. Per quanto riguarda i rimedi naturali, i medici consigliano perfettamente l'utilizzo di fermenti lattici, qualora i sintomi dell'influenza intestinale tardassero a rientrare. In pratica, tale influenza dura dai 2 ai 3 giorni, quindi dovrebbe sparire molto presto.

Nel caso dovesse dilungarsi, correre in ospedale e ricevere le cure del caso.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto