La dieta Dukan prevede un consumo elevato di tutti quei cibi proteici che riescono in un certo senso a inibire la fame, aiutando allo stesso tempo il corpo a smaltire il peso in poco tempo. Le fasi di questa dieta sono 4, la prima è considerata quella “d'urto” ed è senza dubbio la più restrittiva in quanto consente di consumare esclusivamente carne. Con l'avanzare delle fasi è possibile inserire anche i vegetali e i carboidrati, anche se quest'ultimi rivestiranno sempre un ruolo marginale.

Benefici della dieta Dukan

Lo scopo del dottor Pierre Dukan, inventore dell'omonima dieta, era quello di aiutare le persone con problemi di sovrappeso a raggiungere un nuovo stato di Benessere.

Effettivamente il regime alimentare in questione garantisce una perdita di peso importante in un tempo relativamente breve. Nonostante la sua drasticità, il dott. Dukan decise di inserire anche 2 pasti “liberi” ogni settimana, così da rendere meno duro il nuovo impegno alimentare ai propri pazienti. Tra gli altri benefici della dieta Dukan vi è quello di non incidere più di tanto sulla massa muscolare e di prevenire l'indesiderato effetto yo-yo. Grazie alla quarta fase, quella di mantenimento, si riesce a mantenere il peso forma raggiunto senza troppi problemi.

Controindicazioni della dieta Dukan

Le critiche mosse verso la dieta Dukan sono numerose. Prima di tutto, non segue le regole di una sana e equilibrata alimentazione.

Sono assenti i carboidrati per quasi tutte le prime fasi, la mancanza iniziale delle fibre (importantissime per il benessere del corpo) e un eccesso di proteine animali. La dieta Dukan a lungo andare può portare seri problemi a livello di Salute: proprio per questo motivo molti esperti consigliano di scegliere un regime alimentare che dia risultati più lentamente ma che non incida negativamente sul benessere psico-fisico.

Queste controindicazioni inoltre sono state più volte messe in evidenza dagli specialisti di tutto il mondo e proprio per questa ragione si sa che ben presto arriveranno ulteriori notizie a riguardo.

Segui la pagina Salute
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!