Il governo ha approvato il nuovo decreto antifumo. Fra i punti salienti, ildivieto di fumare in automobile, se sono presenti bambini o donne in gravidanza, ed inoltre, l'introduzione di nuove immagini cruente sui pacchetti delle sigarette.Il governo ha quindi accolto la richiesta delministero della Sanità circa l'introduzione di regole più severe sulla vendita diprodotti a base di nicotina, questo anche nel rispetto della"direttiva tabacco" europea.

Sui pacchetti delle sigarette, quindi, appariranno immagini particolarmente forti, relative apersone ricoverate emalati di cancro, accompagnate da scritte chiare ed inequivocabili, quali:"Il fumo del tabacco contiene oltre 70 sostanze cancerogene" ed andranno a ricoprire il65% del pacchetto.I pacchetti da 10 verranno eliminati dal commercio, perché considerati più abbordabili per i ragazzi, a causa del minor costo.Per la stesso motivo non potranno essere venduti pacchetti di tabacco sfuso con peso al di sotto dei30 grammi.

Non potranno essere introdotti in commercio sigarette o tabacco sfuso aromatizzati,che possano far credere di essere meno nocive.

Divieto di fumare in auto con a bordodonne incinta

Nel decreto legge è previsto il divieto a fumare in automobile quando sono presenti bambini o donne in gravidanza. Sarà inoltre vietato fumarenelle "pertinenze esterne degli ospedali e degli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS) pediatrici, nonché nelle pertinenze esterne dei singoli reparti pediatrici, ginecologici, di ostetricia e neonatologia".

Norme severe per i commercianti. Coloro che saranno sorpresi a vendere sigarette o simili a minorenni, andranno incontro ad una sanzione pecuniaria da 1.000 a 4.000 euro oltre alla sospensione della licenza per un periodo di tempo di tre mesi.

Nel caso l'evento si ripetesse, sanzione raddoppiata e ritiro della licenza.Per quanto riguarda lee-cig, sarà obbligatorio indicare sul foglietto illustrativo, informazioni relative ai danni da nicotina e riportare sulla confezione la scritta:"Prodotto contenente nicotina, sostanza che crea un'elevata dipendenza.

Uso sconsigliato ai non fumatori".

Bambini vittime del fumo passivo

Tutto questo quando dalla Cina arrivano notizie allarmanti. Uno studiopubblicato sulla rivista medica The Lancet, dimostra come in base alla tendenza attuale, entro il 2030 le sigarette potrebberocausare la morte di un giovane cinese su tre.

Nei prossimi quindici anni, la Cina potrebbe raggiungere la cifra record di70 milioni di morti da fumo.La ricerca presentata a Londra, rivela inoltre,che180 milioni di bambini, sono vittime del fumo passivo che ogni anno provoca 100 mila morti. Nel nostro paese ci sonocirca 10,3 milioni di fumatori. Il fumo costa la vita a 83.000 persone l'anno, ed è la prima causa di morte. Nel mondo le sigarette uccidono 6 milioni di persone l'anno.

Segui la nostra pagina Facebook!