Pubblicato su "Human Brain Mapping"lo studio che rivela perché tutti noi sogniamo in maniera qualitativamente diversa. Lo studio è stato presentato dairicercatori del "dipartimento di Psicologia dell'Università Sapienza" (Roma)coordinati da “Luigi de Gennaro” e “Gianfranco Spalletta” del "dipartimento di Neurologia clinica e comportamentale dell’Irccs Santa Lucia" (Roma) con Università dell’Aquila.

Lo studio

La scoperta è il risultato dell'osservazione delle alterazioni strutturali durante il sonno nei malati di Parkinson studiando la carenza di Dopamina che è proprio la prerogativa della malattia.Utilizzando le nuove tecniche di neuroimmagine, ad elevata risoluzione, è stato misurato il comportamento microstrutturale di alcune aree del cervellodurante i sogni, in carenza naturale e in somministrazione medica di Dopamina che, a seconda dei dosaggi, evidenzia la gratificazione cerebrale, dimostrando la relazione diretta tra il neurotrasmettitore Dopamina e la qualità dei sogni.

Non solo inconscio

La Dopamina, presente nell'Amigdala e nella corteccia prefrontale e mediale, determina la vividezza dei sogni quindi la loro qualità. Di conseguenza i nostri sogni non sono solo influenzati dal nostro inconscio ma anche dalla quantità di neurotrasmettitore Dopamina presente in queste aree del cervello che determina la fissazione del ricordo. Alla base del ricordo dei sogni esiste un meccanismo neurochimico che stabilisce la precisione e la chiarezza dei sogni che alcuni ricordano proprio come in un film.

Fino ad ora non era chiaro il perché alcuni ricordino benissimo i loro sogni mentre altri ne hanno solo vaghi e confusi ricordi,in altri casi il ricordo può essere completamente assente. "Luigi De Gennaro",professore di Psicobiologia alla "Sapienza di Roma", chiarisceche la scoperta apre importanti prospettive per lo studio della neurochimica del ricordo dei sogni. Questo permetterà di capire in futuro quali sono le aree del cervello che generano isogni e da cosa dipende la presenza o l'assenza oppure anche la quantità dei sogni.

Il sogno è sempre stato un mistero che ha appassionato ed appassiona in molti modi l'uomo e gli scienziati di tutto il mondo. Anche l'interpretazione dei sogni e la previsione del futuro ci affascina molto. Forse cade qualche illusione e si comincia a prendere coscienza, in modo scientifico, che tutto ciò non corrisponde alla realtà machissà che in un prossimo futuronon ci capiti di poter scegliere un bel sogno ingerendo all'occorrenza qualche sostanza ad hoc.

Segui la pagina Salute
Segui
Segui la pagina Scienza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!