Si tratta della prima operazione di questo genere effettuata negli Stati Uniti d'America: per l'intervento di trapianto di pene ci sono volute numerose ore, ma l'operazioneè perfettamente riuscita e regalerà un sorriso al paziente. L'uomo era affetto da una grave malattia, un cancro al pene, l'unica soluzione che poteva salvare Thomas Manningera asportare il membro per eliminare la malattia, che con il tempo lo avrebbe destinato a morte certa.Imedici invece hanno fatto di più, molto di più, hanno asportato il suo pene ed hanno effettuato il primo trapianto di pene nella storia degli Usa.

Una scelta radicale

L'ipotesi era quella di restare per sempre senza il suo organo sessuale ed affrontare la vita con un handicap che gli avrebbe portato non pochi problemi. Il dipendente di banca Thomas Manning ha dovuto scegliere di sottoporsi all'importante intervento chirurgico ed affidarsi nelle mani dell'equipe medica di Boston, nello specifico ilMassachusetts General Hospital. I medici, dopo avergli asportato il membro oramai malato, hanno effettuato un trapianto di pene utilizzando l'organo di un donatore deceduto e raggiungendo un vero e proprio primato Americano.

Una seconda vita

Una vera e propria seconda vita quella che gli è stata offerta al banchiere Statunitense grazie al sensazionale intervento chirurgico, infatti non solo ha superato un'importante operazione ma ne è uscito senza nessun tipo di menomazione.

Il 64enne si dice felicissimo e ha riferito di voler recuperare la sua vita, si sente bene e non prova alcun dolore. I medici che hanno effettuato l'intervento chirurgico si dicono ottimisti e credono in un recupero delle funzionalità in poco tempo. Si tratta di chirurgia sperimentale e fa parte di un programma medico che ha come obiettivo primario quello di aiutare i combattenti veterani che hanno subito gravi lesioni pelviche, le vittime di incidenti ed i malati di cancro.

L'intervento fatto in America è il secondo ad essere stato effettuato in tutto il mondo, infatti il primo trapianto di pene al mondoè stato ad un 21enne in Sud Africa presso il Tygerberg Hospital di Cape Town.