Se un amico, oppure il vostro partner, nel bel mezzo della vostra "intesa relazionale" sparisce nel nulla senza lasciar traccia, questo fenomeno ha un nome e anche una spiegazione scientifica ben precisa: il "ghosting".

Questo termine che in Inglese significa "diventare un fantasma", è il nuovo fenomeno che dilaga nell'era della connessione globale per troncare ogni rapporto, che sia di amicizia o di coppia.

Il termine è recentemente entrato nel lessico quotidiano. Nel 2014, in un sondaggio YouGov/Huffington Post, l'11% di un campione rappresentativo di mille americani aveva confermato di aver interrotto una relazione sparendo "come fantasmi".

Nel dettaglio, la persona decide - con una soluzione vigliacca e poco coraggiosa - di sparire dalle scene, evitando di rispondere a chiamate, messaggi e social chat, senza prendersi la responsabilità di giustificare le cause che abbiano portato a quella scelta.

I cellulari non sono solo entrati in ogni aspetto della vita, ma inducono a sviluppare, nella mente del 'ghoster', la convinzione che a uno stop nella comunicazione digitale consegua la fine del rapporto nella realtà.

Identikit del 'fantasma'

Per un'ampia fetta di psicologi e sociologi, il "ghoster" è una persona egocentrica, narcisista patologica, immatura, incapace di assumersi responsabilità o di affrontare situazioni che possano suscitare emozioni negative; in altre teorie il "fantasma" applica il suo comportamento disimpegnato solo per interrompere un rapporto opprimente e, in casi estremi, addirittura persecutorio.

La vittima

Chi ne è vittima si sente ferito, umiliato e disorientato, alla ricerca di una risposta alla fuga dei propri affetti. Una mera tortura psicologica che segna le prime fasi di "abbandono", con sentimenti angoscianti e l'autostima che collassa. Successivamente, con il tempo, si tenderà a "farsene una ragione", buttando il pensiero del fantasma nel dimenticatoio.

Fortunatamente non tutte le vittime reagiranno all'abbandono negativamente: è stato dimostrato che individui sia di sesso maschili che femminili, aventi forza di volontà e una buona dose di self control, vivranno il vuoto interiore lasciato dal "ghoster" con un atteggiamento maturo e propositivo, in grado di fornire da sè le soluzioni al problema.

Tanti e diversi sono i rimedi efficaci per dimenticare un brutto episodio come il "ghosting".

La psicologia in questo fornisce elementi per superare l'abbandono. Che la vittima sia stata o meno la causa della rottura, deve tentare di eliminare i tipici pensieri autocolpevolisti: essi non risolveranno il problema ma allungheranno solo i tempi di recupero.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto