Per quali ragioni un paziente affetto dal cancro è sottoposto a delle spese extra? E queste in che cosa consistono? Il Sistema Sanitario italiano prevede una copertura parziale dei costi per un malato di cancro, ma purtroppo questo deve affrontare una serie di costi extra di cui si deve fare carico tenendo anche conto del suo calo di produttività sul lavoro dovuto alla malattia.

I principali problemi sono dovuti al fatto che il prezzo dei medicinali sale sempre di più e per lo Stato è sempre più difficile cercare di garantire terapie gratuite a tutti i pazienti.

Le spese extra che un malato di cancro deve sostenere riguardano: i medicinali, il trasferimento da una struttura ad un'altra, i ricorsi alle visite o alla diagnostica privata, l'assistenza domiciliare, i prelievi del sangue, la somministrazione di farmaci endovena e tutte le entrate da lavoro mancate nei pazienti giovani e in chi li assiste.

Tutto ciò concorre a creare una spesa annua di circa 30/40 mila euro all'anno in una famiglia italiana media e in Italia queste sono oltre 3 milioni e 300 mila.

Cosa si può fare per ridurre i danni della tossicità finanziaria?

Cercare di arginare questo problema non è una compito semplice e richiede uno studio preciso e approfondito delle condizioni sociali e ambientali in cui vivono i pazienti e con le quali sono costantemente in contatto. L'idea è quella di creare un test di routine da fare compilare ai malati e ai familiari per rilevare i problemi che si sono riscontrati in seguito alla diagnosi.

In Italia si sta cercando di creare un modulo di questo genere specifico per la nostre realtà, anche se esistono già alcuni metodi ai quali vanno apportate però alcune modifiche. Negli USA è stato elaborato un questionario di 11 domande da sottoporre ai pazienti per poter esaminare le conseguenze psicologiche e la loro capacità di adattamento dovuto alla crisi finanziaria successiva al cancro e alle sue cure.

In Europa è stato messo a punto un altro questionario utilizzato nelle sperimentazioni cliniche e finalizzato all'analisi della qualità della vita dei pazienti affetti da cancro, ma è utile solo in parte per rilevare una tossicità finanziaria. Quello che bisognerebbe attuare è una reale analisi delle problematiche che affliggono i pazienti e le loro famiglie, non solo a livello economico, ma anche a livello fisico e psicologico e trovare un modo per supportarle in tutti i modi.

Segui la pagina Salute
Segui
Segui la pagina Affari E Finanza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!