Secondo uno studio recente la pasta oltre a essere buonissima, non farebbe ingrassare, quindi sarebbe un alimento ottimo per la salute. Addirittura sarebbe in grado di farvi perdere peso. Mangiare poco più di tre porzioni a settimana di pasta vi farà perdere circa mezzo chilo al mese. La pasta infatti a differenza degli altri carboidrati raffinati ha un indice glicemico più basso, quindi non causa picchi estremi di zucchero nel sangue, secondo i ricercatori.

La ricerca sulla pasta "non fa ingrassare"

Secondo la ricerca, i cibi a basso indice glicemico sono più soddisfacenti e quindi ritardano la fame, in questo modo le persone mangiano meno e introducono una quantità inferiore di calorie.

Il principale autore di questo studio, il Dottor John Sievenpiper del St. Michael's Hospital di Toronto, ha affermato che nel valutare le prove, si può dire con una certa sicurezza che la pasta non ha effetti negativi sul peso corporeo quando viene consumata nell'ambito di un piano dietetico. Lo studio ha dimostrato che la pasta non contribuisce all'aumento di peso o di grasso corporeo. E contrariamente a quanto si può pensare, la si deve considerare un alimento adatto a una dieta sana a basso indice glicemico.

I ricercatori hanno analizzato 2448 persone, provenienti da 29 studi che comparavano gli effetti del consumo di pasta rispetto ad altri carboidrati. I partecipanti hanno consumato circa 3,3 porzioni di pasta a settimana. Una porzione equivale a circa mezza tazza di pasta cotta. I risultati di questo lavoro sono stati pubblicati sulla rivista BMJ Open.

Mangiare frutta,verdura e cereali integrali fa bene

Questo studio arriva dopo un'altra ricerca che suggeriva che mangiare frutta, verdura e cereali integrali riduce il rischio di depressione nelle persone di circa il 10%.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Corretta Alimentazione

Secondo questo lavoro, mangiare in modo tipicamente "occidentale", cioè con una dieta ricca di zuccheri e di alimenti trasformati, farebbe aumentare il rischio di soffrire di depressione. Insomma dieta e salute mentale sarebbero strettamente correlati. Ma gli studiosi aggiungono anche che dei semplici cambiamenti nello stile di vita si devono preferire all'uso di farmaci, come gli antidepressivi. Mangiare cibo fresco sarebbe un ottimo aiuto per favorire la salute mentale e migliorare lo stato d'animo delle persone, dando loro più energia e aiutandole a pensare in modo chiaro e lucido.

Il problema della depressione è molto diffuso e non deve essere sottovalutato.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto