Secondo il National Diabetes Statistics Report quasi il 90% dei diabetici sono sovrappeso o obesi e al momento della diagnosi presentano più di una malattia associata. Gestire il diabete significa mantenere sotto controllo i livelli di glucosio, dei lipidi e l'ipertensione per evitare infarto, retinopatia e nefropatia ma solo il 33% delle persone con diabete si preoccupa della pressione alta.

Schema dietetico semplice, gustoso associato ad uno stile di vita equilibrato

Durante il pasto 1-2 porzioni di pane, pasta, riso o cous cous preferendo grano saraceno ricco di fibre, frutta e verdura con antiossidanti per un totale di 5 porzioni al giorno e un bicchiere di vino rosso ricco di polifenoli, ogni giorno 2-3 porzioni di latte o yogurt, 3 porzioni da 10 grammi di olio d'oliva con acido oleico e antiossidanti e 1,5 - 2 litri di acqua essenziale per mantenere l'equilibrio idrico corporeo in base all'età e al livello di attività fisica.

Un consumo moderato di 2 volte a settimana per il formaggio fresco o stagionato, carne rossa magra, uova e insaccati, mentre per i legumi una quantità maggiore di 2 porzioni e per il pesce 3-4 porzioni settimanali preferendo sgombro o salmone ad alto contenuto di acidi grassi omega 3. La MED DIET tradizionale per persone non diabetiche prevede lo zucchero in quantità non superiore a 3 porzioni al giorno da 10 grammi e i dolci o il cioccolato occasionalmente evitando dolciumi confezionati.

La dieta Med è adatta a ridurre pressione, iperlipidemie, sovrappeso e obesità

Una recensione della rivista Metabolism su uno studio condotto su 137.000 pazienti afferma che le persone che seguono la dieta mediterranea possono prevenire l'insorgenza del diabete di tipo 2 per il miglioramento della glicemia, del profilo lipidico del colesterolo 'cattivo' LDL che danneggia i vasi sanguigni sviluppando aterosclerosi e maggiore perdita di peso.

Il vino rosso e l'olio d'oliva consumati durante i pasti riducono il rischio diabetico del 15%, inoltre l'olio d'oliva ristabilendo i livelli metabolici del glucosio diminuisce la comparsa di retinopatia diabetica.

Aumento dei batteri del microbiota intestinale

Le persone sottoposte al regime alimentare Med presentano una maggiore diversità batterica intestinale con incremento fino al 7% dei batteri lattobacilli probiotici per via della ricchezza di fibre vegetali e di grassi salutari da pesce e verdure che contribuisce alla diminuzione del rischio di sviluppare malattie croniche intestinali.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto