La malattia di Alzheimer è la forma più frequente di demenza senile tra le persone con età maggiore dei 65 anni, i sintomi principali sono la perdita della memoria e del senso del tempo, disturbi della personalità e del comportamento. Il programma "Smartfood" è un progetto che riguarda l'alimentazione, in particolare la Dieta Mediterranea, destinato agli anziani con età compresa tra i 65 e gli 80 anni in condizioni di Salute normali, al fine di prevenire l'insorgenza delle malattie neurodegenerative.

Pubblicità
Pubblicità

La dieta influenza le malattie neurologiche

Il programma "Smartfood" associato alla Dieta Mediterranea, è un'iniziativa dell'ospedale Fatebenefratelli di Brescia in collaborazione con il Centro Internazionale per lo studio della composizione corporea Icans dell'Università Statale di Milano e l'Istituto neurologico Carlo Bresta. La durata del programma terapeutico è di due anni e comprende quattro fasi distinte d'indagine dietetica e neurologica.

Pubblicità

Il coordinatore Giuliano Binetti, responsabile del Centro della Memoria Mac dell'ospedale Fatebenefratelli, durante la presentazione del progetto, ha spiegato che la dieta può influenzare la funzionalità fisiologica del sistema nervoso. La presenza di una carenza di vitamine e di minerali, come lo iodio, zinco, ferro, vitamine B e vitamina A o uno specifico difetto del metabolismo come il deficit Glut-1, spesso presenti nelle malattie neurologiche, sono responsabili della neurodegenerazione, del declino cognitivo e richiedono uno specifico intervento medico a livello nutrizionale.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute Corretta Alimentazione

Il progetto "Smartfood" promuove il consumo di cibi salutari, lo stile dietetico mediterraneo, l'attività motoria e sociale dell'anziano, attraverso un programma multidisciplinare, articolato in quattro fasi e con valutazioni periodiche nell'arco dei due anni di studio.

Valutazione neurologica e intervento educazionale

La prima fase del progetto prevede un colloquio clinico di idoneità partecipativa, la fase seguente dei controlli neuropsicologici e di laboratorio, mentre la terza fase s'incentra su un'intervento educazionale, attraverso un corso sull'attività motoria, stile di vita e sulla pianificazione di una dieta sana ed equilibrata.

L'ultimo step riguarda un periodo di follw-up per controllare il cambiamento della qualità della dieta e dello stile di vita, l'aderenza alla Dieta Mediterranea, livello di esercizio fisico, la variazione della composizione corporea, del peso, circonferenza vita, adiposità addominale, forza muscolare, controlli neuropsicologici e di laboratorio.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto