Come è accaduto in questi giorni per altri alimenti, come i croissant Bauli contaminati da salmonella, il Ministero della Salute ha richiamato alcune partite di un altro alimento: questa volta è toccato ad un lotto di barrette proteiche della nota marca +Watt, vendute soprattutto su internet e molto consumate dagli amanti dello sport.

L’avviso del Ministero della Salute sul sito ufficiale

Tra gli ultimi avvisi sul portale del Ministero della Salute, alla sezione “avvisi di sicurezza”, troviamo un richiamo che riguarda un lotto di note barrette proteiche, utilizzate soprattutto dagli sportivi e chi svolge attività fisica.

Le barrette proteiche sotto analisi portano il marchio +Watt e sono prodotte dall’azienda Nutravant, che ha sede nello stabilimento di via Baione, nella zona industriale di Monopoli. L'azienda produce integratori sportivi e complementi alimentari per lo sport e per la vita.

Nello specifico le barrette ritirate dal mercato sono le barrette proteiche Protein+ White 31% a marchio +Watt gusto crema e limone con numero di lotto 770317, con scadenza dell'01/2019. Il motivo del richiamo è rischio microbiologico in quanto è stato riscontrato nel prodotto la presenza di salmonella.

La raccomandazione del Ministero della Salute, a chi ha acquistato il prodotto, è quella di non consumarlo assolutamente perché potrebbe essere pericoloso.

I sintomi della salmonellosi

La salmonellosi è una malattia infettiva che colpisce l'apparato digerente che viene provocata dal batterio salmonella. trasmissibile solitamente tramite l’ingestione di bevande, acqua o cibi contaminati. I cibi più a rischio di contagio sono le uova crude, la frutta e la verdura a taglio come cocomeri, meloni, pomodori, zucchine (contaminate durante il taglio), latte crudo e suoi derivati, preparati per dolci e creme, condimenti per insalate e salse (maionese) etc.

I sintomi da contagio di salmonella di solito si manifestano dopo 12/36 ore dopo aver ingerito l'alimento contaminato e sono febbre alta, nausea, vomito, diarrea, dolori addominali, debolezza e astenia. In alcuni casi, specialmente per anziani, bambini e chi soffre di patologie croniche, è necessario il ricovero ospedaliero; in altri casi, invece, il portatore può essere asintomatico. In caso si avvertissero i sintomi dopo l’ingestione delle barrette proteiche +Watt si consiglia di consultare un medico o recarsi al pronto soccorso.

AGGIORNAMENTO IN DATA LUNEDI, 18 FEBBRAIO 2019 - A seguito di pubblicazione sul sito ufficiale del Ministero della Salute consultabile a questo link (http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_1_3_5_1.jsp?lingua=italiano&menu=notizie&p=avvisi&tipo=richiami&id=457), la redazione di Blasting News fa presente che dal Ministero è stata disposta la revoca del richiamo data la assenza di salmonellosi provata a seguito di analisi sul lotto 770317 delle barrette menzionate nell'articolo. La redazione non procede ad una rettifica di tutto l'articolo perché risalente a Ottobre 2018 e quindi attuale per quella data. Tuttavia, puntando sempre a garantire puntualità dell'informazione e diritto di replica per ogni nostro lettore, la redazione condivide qui con i suoi lettori la revoca di ritiro del lotto come pubblicata sul sito ministeriale e come da richiesta proveniente dal signor Pietro Statalino, Sales & Operations Manager della ditta in questione, Nutravant.

Segui la nostra pagina Facebook!