È allarme tra gli oncologi: gli italiani cercano sempre più spesso notizie sul web per contrastare il cancro, ignari di quante fake news girino sull'argomento. Il 33% degli Italiani cerca notizie online piuttosto che informarsi presso un professionista e la ricerca più gettonata è quella sulle diete che prevengono il cancro. Ormai è noto ai più che alla base della prevenzione ci sia l'alimentazione, ma non tutti i siti che trattano l'argomento sono gestiti da professionisti del settore.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Salute

Il cibo è strumento di prevenzione solo se opportunamente "spiegato" da nutrizionisti e dietologi: sul web appaiono diete anticancro senza alcuna base scientifica, per non parlare delle pseudo terapie alternative o rimedi fantascientifici per il tumore.

Le fake news sui tumori

La rete è piena di notizie, false o vere, sul cancro. Le fake news "giocano" sul bisogno disperato di alcune persone di trovare un rimedio alla malattia; gli utenti web spesso non esaminano in modo critico ciò che appare sul web e si lasciano convincere da falsi miti. Il rapporto tra internet, informazione e cancro è molto complicato e ad occuparsene sono state la Fondazione AIOM e l'Associazione Italiana di Oncologia Medica.

Durante il XX Congresso nazionale, la comunità scientifica ha mostrato i primi dati riguardanti il portale anti-fake news [VIDEO], costituito per debellare l'aumento delle notizie fuorvianti, usufruibile da tutti su tumoremaeveroche.it. Gli utenti del web hanno ammesso che l'alto numero di informazioni, spesso discordanti, confonde chi cerca una risposta: secondo il presidente della Fondazione AIOM, Fabrizio Nicolis, troppe informazioni generano la disinformazione.

C'è chi promette cure e diete miracolose

Non è raro trovare online delle presunte cure miracolose od oggetto di discussione come il metodo Di Bella e consigli di prevenzione totalmente sbagliati. Alcuni siti parlano addirittura di complotti sull'origine del tumore, ipoteticamente diffuso in modo volontario per arrecare guadagni alle multinazionali. Gli oncologi, tra cui il dottor Massimo Di Maio, direttore di Oncologia presso l'Ospedale Mauriziano di Torino, si sono trovati di fronte ad un quadro scioccante ed intendono fornire una vera guida online con informazioni vere ed aggiornate. I medici hanno riscontrato l'esistenza, solo per quanto riguarda le diete anticancro, di oltre 400 fake news, mentre sono circa 175 le bufale sulle cure alternative e oltre 160 quelle sull'origine dei tumori.

Alimentazione e cancro

È vero che oltre il 30% dei casi di cancro sia collegato all’alimentazione e la popolazione deve ricevere informazioni attendibili sul tema per potersi orientare nella scelta degli alimenti.

Una dieta sana ed equilibrata può ridurre del 16% il rischio di tumori allo stomaco, all'endometrio, all'esofago, al colon-retto, ed a bocca, faringe e laringe. Il maggior numero di quesiti verte sui cosiddetti "supercibi": il web è pieno di news sulle facoltà antitumorali di zenzero, curcuma, limone, miele, e via dicendo.

Non esistono purtroppo cibi che ci proteggano, spiegano gli scienziati, piuttosto ci sono alimenti che possono impedire al cancro di crescere e di diffondersi, o aiutino il sistema immunitario a fortificarsi. [VIDEO] Oltre al cibo, spopolano anche rimedi "magici" che non hanno alcuna valenza scientifica, come la fosfoetanolammina sintetica, l'acqua di Alessiani, l'urinoterapia e il bicarbonato di sodio. Il cancro oggi può essere vinto solo con terapie realmente efficaci e diagnosi precoci, ed una corretta informazione può fare la differenza.