La novità che i celiaci aspettavano da tempo finalmente è arrivata, ma riguarda solo la Regione Toscana. Dal primo giugno i buoni cartacei saranno sostituiti dal “Codice Celiachia”; si tratta di un codice numerico grazie al quale i celiaci potranno utilizzare il loro budget mensile acquistando ovunque i prodotti senza glutine.

Dematerializzazione buoni cartacei

La Toscana fu la prima regione ad introdurre i buoni cartacei e oggi mantiene il primato del territorio più aperto alle innovazioni essendo sempre la prima ad avviare la dematerializzazione dei buoni cartacei.

Pubblicità
Pubblicità

Dice, così, addio ai vecchi buoni cartacei per l’acquisto di prodotti gluten free e apre le porte al “Codice Celiachia”. La dematerializzazione dei buoni cartacei è il passo avanti che tutti i celiaci attendevano da anni e che semplificherà sicuramente la loro vita perché non saranno più costretti a fare attenzione a non superare il valore del buono quando vanno a fare la spesa al supermercato.

Novità per gli utenti: il Codice Celiachia

Il Codice Celiachia viene rilasciato dall’Asl e abbinato alla tessera sanitaria il celiaco potrà acquistare i prodotti senza glutine ovunque: supermercati, farmacie, parafarmacie e negozi specializzati presenti su tutto il territorio regionale.

Pubblicità

Tale Codice potrà essere utilizzato a partire dal primo giugno.

Utilizzare il Codice Celiachia è facilissimo: basta recarsi al superamento con la propria tessera sanitaria e il Codice Celiachia rilasciato dalla Asl di riferimento. Al momento del pagamento sarà necessario inserire la tessera sanitaria nell’apposito dispositivo e digitare il Codice Celiachia.

Se il sistema di cassa del supermercato è integrato direttamente con il progetto di Regione Toscana sarà possibile effettuare una spesa comprendente sia i prodotti senza glutine sia gli altri.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

Sarà il sistema stesso a riconoscere i prodotti rimborsabili. Sullo scontrino quest’ultimi saranno indicati con la sigla “SG” e verrà indicato anche la cifra rimanente del budget.

App Smart SST

Scaricando l’applicazione Smart SST i celiaci possono cercare tutte le strutture commerciali convenzionate, controllare il budget e se il prodotto che vuole comperare rientra tra quelli erogabili.

Nuovo budget mensile

Dal primo gennaio per i celiaci sono stati introdotti nuovi tetti di spesa per l’acquisto dei prodotti senza glutine.

Per i bambini dai 6 mesi ai 5 anni il tetto di spesa mensile è pari a 56 euro, dai 6 ai 9 anni è pari a 70 euro. Per i ragazzi, adulti e anziani il budget mensile cambia non solo in base all’età ma anche in base al genere: ai ragazzi dai 10 ai 13 anni spettano 100 euro per i maschi e 90 euro per le femmine, per gli adolescenti dai 14 ai 17 anni la spesa ammonta a 124 euro per i maschi e 99 per le femmine.

Pubblicità

Il budget mensile per gli uomini dai 18 ai 59 anni è pari a 110 euro, per le donne ammonta a 90 euro. Infine, per gli anziani dai 60 anni in su agli uomini spettano 89 euro e alle donne 75 euro.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto