Il 20 maggio 2016 sono entrate in vigore le nuove regole sui prodotti del tabacco. Oltre al divieto di vendita dei pacchetti da dieci sigarette, a partire da quella data sui pacchetti da 20 sono state stampate delle immagini shock per sensibilizzare i fumatori sui danni della dipendenza da tabacco. Se questa è stata una grande rivoluzione, quella dei prossimi giorni lo sarà altrettanto. Proprio dal 20 maggio di quest'anno entra infatti in vigore la legge che vieta la vendita delle sigarette e del tabacco aromatizzati al mentolo. La direttiva era stata approvata dal Parlamento Europeo 6 anni fa e in Italia è stata formalizzata con un decreto legislativo nel 2016.

Massimo Di Maio: 'Il mentolo rende gradevole il fumo'

La prima domanda che viene da porsi con l'entrata in vigore di questa normativa è se il mentolo faccia male alla Salute. La risposta è no. A fare male è il fumo, in tutte le sue forme. Tuttavia le varie aromatizzazioni, mentolo incluso, rendono le "sigarette soft". Il mentolo deriva dalla menta piperita e, oltre a dare una sensazione di freschezza, possiede delle proprietà anestetiche che attenuerebbero alcune delle sensazioni sgradevoli del fumo per i neofumatori. Ne consegue che il tabacco non aromatizzato potrebbe risultare sgradevole e, non potendo più comprare un prodotto "soft" come le sigarette al mentolo, i giovani potrebbero non iniziare a fumare o smettere.

Questo importante aspetto è stato sottolineato da Massimo Di Maio, direttore dell'Oncologia Medica dell'Azienda ospedaliera Mauriziano di Torino, in un intervista a la Repubblica: “Il mentolo, ma anche altri aromatizzanti, rendendo gradevole il fumo, incentiva l’uso, l’instaurarsi dell’abitudine e quindi la dipendenza, anche senza danni diretti ulteriori alla salute.

In particolare nei giovani. Ci sono studi che indicano come i fumatori di sigarette al mentolo, quando decidono di smettere, facciano più fatica degli altri".

Le contromisure dei produttori

Dall'approvazione della direttiva nel 2014 ad oggi, i principali produttori di tabacco hanno avuto il tempo di adottare delle contromisure.

Seppur le sigarette al mentolo, ossia il prodotto aromatizzato più venduto, non saranno più disponibili, nei rivenditori di tabacchi saranno ancora in vendita sigari, sigaretti, sigarette elettroniche e stick di tabacco da scaldare aromatizzati al mentolo. Ciononostante, la messa al bando delle sigarette al mentolo resta una limitazione importante nella lotta al tabagismo.

I danni del fumo

L'Organizzazione Mondiale della Sanità sostiene che il fumo rappresenti la seconda causa di morte al mondo e la prima causa di morte evitabile. Secondo le stime ogni anno i danni da fumo causano la morte di 6 milioni di persone. In Italia si stima che le morti annue correlate al fumo si aggirino tra le 70mila e le 83mila.

Oltre ad aumentare il rischio di tumore ai polmoni, malattie respiratorie e cardiovascolari, il fumo compromette anche la qualità della vita, incidendo sulle attività quotidiane.

Segui la pagina Salute
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!