Secondo il Comitato Tecnico Scientifico francese, l'organo preposto dal Governo di Emmanuel Macron per fare fronte alla pandemia da Coronavirus Sars-CoV-2, la seconda ondata di contagi che l'Europa sta vivendo potrebbe non essere l'ultima. Secondo gli esperti c'è la possibilità che altre ondate possano verificarsi durante il tardo inverno oppure in primavera. Gli scienziati del Cts francese giudicano come "difficili" i mesi che verranno.

Cts Francia: 'Difficile prevedere quanto durerà la seconda ondata'

I membri del Comitato Tecnico Scientifico d'Oltralpe ai media internazionali hanno affermato che "è molto difficile prevedere quanto durerà la seconda ondata", perché tutto dipende anche da come sia la Francia che gli altri paesi riusciranno a gestire l'emergenza sanitaria.

Anche la popolazione, secondo gli scienziati, dovrà essere pronta ad accettare le misure restrittive che il Governo adotterà per poter limitare i contagi da Sars-CoV-2. Il Consiglio scientifico, nella più rosea della previsioni, ritiene che si possa uscire da questa nuova fase della pandemia entro la fine dell'anno o al massimo per l'inizio del 2021. Entro quest'arco di tempo la situazione dovrebbe essere riportata sotto controllo, almeno in Francia, dove si stima che si possa riuscire a controllare meglio l'infezione avendo 5.000 o 8.000 casi al giorno.

La recrudescenza dell'epidemia in tutta Europa ha spinto i governi nazionali, anche quello italiano, a prendere delle drastiche decisioni in materia di contenimento del virus.

Il Presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, il 28 ottobre scorso ha annunciato ai francesi l'inizio di un nuovo lockdown totale per il Paese. Solo le scuole resteranno aperte e la gente potrà uscire da casa solo per urgenti necessità, come per andare a lavoro, fare la spesa o per necessità mediche.

Ieri 52.518 nuovi contagi

E proprio nella giornata di ieri, lunedì 2 novembre, la Francia ha fatto registrare un nuovo picco di contagi: sono 52.518 i nuovi casi accertati di infezione provocati dal coronavirus Sars-CoV-2, mentre il bilancio dei nuovi decessi ammonta a 416 unità (213 in più rispetto al 1° novembre).

Dall'inizio della pandemia Oltralpe i contagiati sono 1.460.745 e 37.485 le vittime a causa della Covid-19. Secondo gli ultimi dati diffusi dalla Johns Hopkins University, la Francia è la quinta nazione del mondo più colpita dall'epidemia subito dopo la Russia, che occupa la quarta posizione. Come in tutto il resto del mondo anche le autorità sanitarie francesi continuano a sensibilizzare la popolazione sui corretti comportamenti da adottare per evitare il contagio, come lavarsi frequentemente le mani e indossare la mascherina.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!