Dopo il pieno successo delle due gare iniziali di Pechino in Cina e Putrajaya in Malesia, il circo della Formula E si sposta nel Nuovo Continente per deliziare con spettacolo ed emozioni gli spettatori di uno dei luoghi di villeggiatura più famosi di tutto il Sud America, Punta del Este in Uruguay.

Circuito

Lungo 2,8 km con 20 curve, percorso in senso antiorario, il circuito stradale si snoda a ridosso del porto e ricorda molto quello del Principato di Monaco per la sua tortuosità.

Non per niente Punta del Este è soprannominata la Montecarlo del Sud America, sia per l'affinità con il tipo di ricca clientela che affolla le sue spiagge ed alberghi, che per la vita notturna intensa e continua, e per il circuito che viene già usato come pista per le gare di gran turismo TC2000. Incastonato fra la spiaggia e gli edifici, il circuito, stretto e pieno di curve, offre un misto di brevi rettilinei e di curve a gomito che mettono alla prova piloti e macchine della Formula E.

I punti per passare sono pochi, alla prima chicane alla fine del rettilineo dei box e alla curva 5 in frenata. L'asfalto non è dappertutto omogeneo e in alcuni punti offre un grip maggiore, ma le monoposto elettriche sono abbastanza alte da terra, e con una giusta regolazione delle sospensioni possono passare senza problemi da un tipo di asfalto all'altro senza che le prestazioni ne risentano.

Piloti

Rispetto al Gran Premio di Putrajaya vi sono due sostituzioni: nel team China Racing lo spagnolo Antonio Garcia subentra al cinese Ho-Pin Tung, impegnato nella 12 ore di Abu Dhabi, e farà coppia con Nelson Piquet jr, mentre nel team Andretti il francese Jean-Eric Vergne prende il posto di Matthew Brabham, e sarà in coppia con l'altro francese Frank Montagny, secondo a Pechino.

La classifica piloti vede in testa il brasiliano Lucas di Grassi, vincitore a Pechino, con 43 punti, seguito dall'inglese Sam Bird, vincitore a Putrajaya, con 40 punti. Seguono altri 4 piloti con 18 punti.

Scuderie

Il team Audi Sport ABT è in testa con 45 punti seguito ad un solo punto di distacco dalla scuderia Virgin Racing.

Fan Boost

Sono aperte le votazioni per il pilota preferito. Il sistema di assegnare ai primi 3 votati una potenza extra di 30 kW per 5 secondi funziona, eccome!

A Putrajaya, Senna ha usato il suo boost per sorpassare Nico Prost per il quarto posto, dopo averci provato prima inutilmente. Fra i piloti da votare si segnala l'italiana Michela Cerruti che ha presentato il 7 dicembre la sua Renault-Spark RST_E01, insieme al compagno di squadra Jarno Trulli, al Bologna Motor Show.

Orari

Prove libere in due sessioni di 45' ciascuna fra le 0815 e le 1100; qualifiche di 10 minuti in 4 gruppi dalle 1200 alle 1255.

Partenza alle 16.00, ora locale. In alcuni paesi la gara può essere seguita dal vivo in streaming, con telecamere a bordo delle vetture, e anche su cellulare attraverso una applicazione. Ma l'Italia non è fra questi. Quando si parla di digital divide.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto