Rossi c'è! Eccome se c'è: il fuoriclasse di Tavullia vince il Gran Premio d'Argentina, terza prova della MotoGP, al termine di una fantastica rimonta, culminata con il sorpasso al campione del mondo Marc Marquez a due giri dal termine. Lo spagnolo, nel tentativo di rimanere in scia, lo tocca sulla posteriore e finisce per le terre, gettando al vento punti preziosi. Sul podio salgono Andrea Dovizioso su Ducati e Cal Crutchlow su Honda, che brucia Iannone sul filo di lana. In classifica piloti Rossi è al comando con 66 punti, 6 di vantaggio su Dovizioso e ben 30 su Marquez, scivolato in quinta posizione.

La gara

Parte bene Espargaro che prende il comando alla prima curva, ma ben presto è scavalcato da Marquez che aumenta i giri, saluta e se ne va. Lo spagnolo aumenta i giri arrivando ad accumulare oltre 4 secondi di margine sul plotone degli inseguitori, guidato da Dovizioso. Intanto Rossi, partito in terza fila con l'ottavo tempo, inizia la sua rimonta. A metà percorso la gara inizia a svoltare: Marquez, che aveva optato per la gomma morbida, inizia a perdere terreno, mentre Rossi, partito con la extradura, infila un sorpasso dopo l'altro ed è secondo.

Valentino non si accontenta, sa di essere più veloce del battistrada ed inizia a spingere, guadagnando quasi mezzo secondo a giro. Al penultimo giro l'episodio chiave: Rossi attacca Marquez che resiste una prima volta ma non la seconda: punto nel vivo lo spagnolo prova subito una reazione ma esagera, andando a toccare la ruota posteriore della M1 di Valentino e volando inevitabilmente sul prato di Rio Hondo. Rossi rimane in piedi e va a vincere, presentandosi sul podio con la maglia della nazionale argentina n. 10 di Maradona.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Moto GP Valentino Rossi

Vale raggiante

Il campione pesarese commenta così a caldo (come riportato da Eurosport): "La gara è stata ottima, avevo un grande passo, sapevo che dovevo spingere e l'ho fatto al 100%. Sono dispiaciuto per la caduta di Marquez, spero stia bene". Marquez analizza l'incidente: "Fa parte delle corse, può capitare, non è colpa di nessuno. Da Vale c'è sempre da imparare".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto