Si corrono a Londra, durante il weekend del 27 e 28 giugno, le ultime due gare del campionato FIA di Formula E, iniziato a Pechino il 13 settembre 2014 e proseguito con una cavalcata attraverso i continenti passando per Putrajaya in Malesia, Punta del Este in Uruguay e Buenos Aires in Argentina, Miami e Long Beach negli USA, Monte Carlo, Berlino e Mosca. In totale 11 gare spettacolari in cui il pubblico è spettatore e protagonista attivo partecipando alle votazioni dei FanBoost e ai diversi eventi collegati con il Gran Premio.

La swinging London, capitale dell'Inghilterra, non ha certo bisogno di presentazioni. La città che non dorme mai, una storia di due millenni, quasi 300 lingue parlate, 5 aeroporti internazionali, un misto di monumenti, collezioni d'arte e musei che si intrecciano con le architetture più moderne, grattacieli, parchi e gli stretti vicoli di era Vittoriana, è il posto ideale per il turista.

Il circuito

Lungo 2,925 km, con 17 curve da percorrere in senso antiorario, è stato disegnato dall'architetto inglese Simon Gibbons attorno al Battersea Park, sulla riva Sud del fiume Tamigi, di fronte a Chelsea.

E' una combinazione spettacolare di rettilinei veloci, un paio di curve da prendere in piena velocità, alcune chicane e zone di frenata violenta dove sarà possibile il sorpasso. Temperatura prevista 25°C sabato e 23°C domenica, con cielo parzialmente nuvoloso, l'ideale per una corsa.

I piloti

Rispetto all'ultimo Gran Premio di Mosca sono previsti alcuni cambiamenti. Nel team Trulli lo svizzero Alex Fontana sostituisce Vitantonio Liuzzi, mentre l'elvetica Simona de Silvestro corre per Andretti con Jean-Eric Vergne, e l'inglese Oliver Turvey per NEXTEV TCR al fianco di Piquet.

Per quanto riguarda il gradino più alto del podio, con 60 punti a disposizione nelle due gare di Londra, più 6 per le pole position e 4 per i giri più veloci, solo sei piloti hanno la possibilità matematica di vincere il titolo:

Nelson Piquet Jr (NEXTEV TCR) - 128

Lucas di Grassi (Audi Sport ABT) - 111

Sébastien Buemi (e.dams-Renault) - 105

Nicolas Prost (e.dams renault) - 82

Jerome d'Ambrosio (Dragon Racing) - 77

Sam Bird (Virgin Racing) - 68

A meno che non succedano miracoli, è più che probabile che al termine della gara di sabato Prost, d'Ambrosio e Bird siano fuori dalla lotta per il podio, lasciando gli altri tre a vedersela fra di loro nella gara di domenica.

Le cose sono decisamente più semplici per Piquet: la pole o un piazzamento il sabato entro i primi dieci bastano per eliminare Bird dalla corsa e ridurre a 4 i potenziali aspiranti al podio. Se però si dovesse ritirare senza punti, Buemi e di Grassi potrebbero superarlo in classifica e domenica sarebbe bagarre fino all'ultima curva fra i tre.

Scuderie

Il primato nel campionato appare ristretto a e.dams Renault, 187 punti, il team più regolare, seguito da Audi Sport ABT con 143 e NEXTEV TCR, 132.

Qui i conti sono complicati dal fatto che sono due le vetture a portare punti in classifica, ma la posizione di e.dams Renault con i due piloti Buemi e Prost sembra difficile da scalzare.

FanBoost

Gli appassionati hanno la possibilità di votare il proprio pilota preferito registrandosi sul sito FIAFormulaE. I tre più votati vincono 5 secondi di extra potenza per vettura da sfruttare in gara, escluso il primo giro. Attualmente è in testa nelle preferenze Piquet su Yamamoto e Sam Bird.

Orari

Prove al mattino e gara nel pomeriggio con inizio alle 16.00 ora di Londra, le 17.00 in Italia.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto