Il 22 di agosto, a Las Vegas, in Nevada, lo sfidante inglese George Groves affronterà il campione WBC Badou Jack, svedese residente proprio nella città del peccato. Il titolo in palio, come è già stato detto è il WBC. Con la frammentazione dei titoli mondiali della boxe odierna è difficile districarsi e capire quanto conta veramente un titolo mondiale. Per ciò che riguarda la categoria dei pesi supermedi (limite posto a 76,203 kg - 168 pounds), il "vero" campione è Andre Ward. Andre Ward è a capo di tutte le classifiche mondiali, a dispetto delle cinture detenute. Infatti in questa categoria ogni associazione principale (sono 4: WBA, WBC, WBO e IBF), ha un campione ufficiale. Non solo, la WBA ha addirittura due campioni, il già citato Ward detiene la cintura "super" WBA, il pugile Fedor Chudinov quella "regular", decisamente meno importante.

Parlando del match di Las Vegas, abbiamo due pugili piuttosto differenti. Groves è molto più mobile, con un buon gioco di gambe e votato decisamente all'attacco, mentre Jack è più statico, caratteristica che gli impedisce di "tagliare il ring" in modo efficiente, cosa che invece a Groves riesce benissimo. Jack generalmente è piuttosto attendista, cercando di rubare il tempo all'avversario. A differenza del pugile inglese porta molti meno colpi. Anche la potenza dei pugni tende a favore dello sfidante: la percentuale di KO di Groves è del 70%, quella del campione è del 57%.

A proposito di potenza, l'inglese è riuscito a mandare al tappeto Carl Froch nel loro primo incontro, infliggendo al connazionale il secondo KO della sua carriera. In quel match al nono round l'arbitro interruppe lo scontro in un momento di difficoltà di Groves, decretando la vittoria per TKO in favore di Froch. Decisione che fu molto discussa, e a causa della quale ci fu un rematch, vinto ancora una volta da Froch.

Tornando a parlare del match in questione, e in particolare della fase difensiva, possiamo dire che non è la massima qualità dei pugili. La difesa dello svedese è forse più guardinga, Groves nella fase offensiva tende a volte a scomporsi troppo, lasciando spazio agli avversari. Un match col quale non ci si dovrebbe annoiare dunque.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto