Tennis - Un match dispendioso dal punto di vista fisico, ma soprattutto mentale, quello vinto oggi da Andy Murray contro Ivo Karlovic per 7-6, 6-4, 5-7, 6-4 in 3 ore e 7 minuti di gioco. Il tennista scozzese, campione di Wimbledon nel 2013, ha avuto la meglio nell'ottavo di finale contro il n 25 del mondo nonostante i 29 ace messi a segno dal gigante croato.

Murray, che è uno dei migliori ribattitori del circuito e che fa della fase difensiva la sua arma principale, è riuscito a limitare il servizio di Karlovic che ha servito con statistiche non eccelse: 69% di prime palle in campo, 76% di punti vinti con la prima e 49% di punti vinti con la seconda (questo il dato peggiore per il tennista alto 2 metri e 11).

Il numero 3 del mondo ha saputo gestire bene lo scambio chiamando spesso a rete l'avversario che è stato punito puntualmente da passanti e loob che sono valso punti decisivi al giocatore britannico per l'equilibrio del match.

Nel primo set Karlovic concede 4 palle break: una nel secondo set e ben 3 consecutive nel dodicesimo gioco, salvandole grazie al portentoso servizio ed allungando il primo parziale al tiebreak.

Il primo a perdere il servizio al tie è Murray (3-2 e servizio Karlovic) ma lo scozzese è bravo a gestire lo scambio e si vendica quasi immediatamente recuperando il minibreak sul 4-3. Karlovic offre un set point a Murray sul 6-5, il servizio dello scozzese non è impeccabile ma il n 3 del seeding ha una nuova occasione sull' 8-7 e chiude finalmente il primo set.

Il secondo parziale inizia come peggio non potrebbe per il n 25 del mondo: break in apertura di set e palla break non sfruttata nel game successivo con Murray che vola subito 2-0 e si concede 2 chance per il doppio break nel settimo gioco, Ivo fa fondo a tutte le sue forze e rimedia tutto con il servizio ma è ancora i britannico ad aggiudicarsi il set in 37 minuti.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Tennis

Il terzo set è lottato, Karlovic inizia bene tenendo il servizio a zero ed annuncia battaglia. Si gioca poco e nulla con Murray che è molto attento a non concedere chance nel proprio turno di battuta (una sola palla break concessa nel 4° gioco) e che cerca di essere aggressivo e sfruttare qualsiasi calo minimo del servizio dell' avversario (2 palle break consecutive nel settimo gioco ma Ivo è bravo a cancellarle entrambe).

Il calo di rendimento di Murray arriva nel 12° gioco, quando Karlovic sfrutta delle seconde di servizio più che attaccabili mettendo in difficoltà l'avversario che non trattiene le accelerazioni di dritto del croato: basta una palla break per conquistare il parziale per 7-5 ed accorciare le distanze.

Nel 4° set quasi non si gioca fino al settimo game: è ancora Karlovic a cedere il servizio, il trentaseienne cerca di rimediare il turno di battuta successivo ma le 2 chance di break se ne vanno grazie ad un loob fenomenale di Murray che trova l'incrocio delle righe quando Ivo prova l'ennesima discesa a rete, punto e boato dello stadio.

Karlovic salva un match point sul proprio turno di battuta ma è solo questione di tempo prima che Murray chiuda la partita per 6-4 ed approdi nei quarti di finale dove fra 2 giorni lo attende Vasek Pospisil.

Novak Djokovic, altro pretendente al titolo di Wimbledon, è ancora impegnato contro Kevin Anderson

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto