Una tragica notiziasconvolge l' atletica leggera, la campionessa bielorussa Yulia Balykina di 31 anni, scomparsa il 28 ottobre scorso, è stata rinvenuta priva di vita e avvolta in un cellophane sotto uno strato di muschio in un bosco vicino a Minsk nel villaggio del quartiere di Olden Smolevichi. Le autorità avevano da subito tratto in arresto l'unico sospettato, ovvero l'ex fidanzato Dimitri, che per il momento ancora non avrebbe confessato l'omicidio dell'atleta.

IL RITROVAMENTO - Dall'8 Novembre gli sforzi per il ritrovamento della vittima si erano intensificati, infatti erano stati destinati alla ricerca della ragazza circa 300 uomini.

Fin da subito gli investigatori avevano raccolto indizi che avvaloravano la tesi dell'omicidio, al momento è il team investigativo della città di Minsk che sta conducendo le indagini. Furono per prima cosa ispezionate la casa e l'automobile della vittima, e i riscontri dei rilevamenti avevano portato gli inquirenti in pochi giorni ad effettuare il fermo dell' ex ragazzo della vittima, con l'accusa di omicidio, ipotesi quest'ultima che purtroppo ha nei fatti ritrovato riscontro con il ritrovamento della ragazza nel tardo pomeriggio di oggi.

LA SCOMPARSA - Lo scorso 28 Ottobre la Balykina non era tornata a casa, dai primi rilievi fatti nella residenza della ragazza e nell'auto della stessa, gli inquirenti delineavano già l'ipotesi di un omicidio, per cui l'unico sospettato era l'ex ragazzo che ha già precedenti penali.La Balykina è stata campionessa nazionale nei 100 e 200 metri, e ha partecipato alle Olimpiadi di Londra nella staffetta 4x100.

Nel 2013, venne fermata però per doping, e la sua carriera ha subito da allora un duro colpo. Nel luglio 2015 però aveva richiesto ed ottenuto la riabilitazione per poter tornare a correre.Un dato tragico è che già ben 14 atleti che avevano partecipato alle Olimpiadi di Londra risultano essere morti, e a questi si aggiunge anche un disperso.Una coincidenza molto strana che speriamo non induca nessuno a credere in qualche sorta di maledizione di London 2012.

Segui la nostra pagina Facebook!