Doveva essere una prima settimana all’insegna dei grandi velocisti tedeschi sulle strade del Giro d’Italia, e così è. Dopo la doppietta di Kittel in Olanda è arrivata la risposta di Andrè Greipel sul traguardo di Benevento. Il capitano della Lotto Soudal ha sprintato davanti a Demare e Colbrelli, in una volata senza Marcel Kittel, rimasto attardato sui saliscendi della parte finale della tappa.

Una tappa lunga e tranquilla

Con i suoi 233 km con un po’ di saliscendi, ma senza grandi difficoltà, la quinta tappa del Giro d’Italia è stata una giornata molto lunga, ma relativamente tranquilla.

Dopo qualche decina di km si è formata la fuga con Oss (BMC), Txurruka (Orica), Foliforov (Gazprom) e Brutt (Tinkoff). Il gruppo non ha mai corso seri rischi, controllando la situazione senza far lievitare troppo il distacco. La sorpresa piuttosto è stata vedere la Lotto Soudal di Greipel molto attiva, mentre la Etixx di Kittel se ne è rimasta in disparte. Un segnale che poi nel finale di tappa si è confermato nelle diverse velleità dei due velocisti più attesi del Giro d’Italia. All’inizio del circuito finale di Benevento, 7 km da percorrere una volta, la fuga si è definitivamente spenta e Kittel è transitato in ritardo: è bastato qualche saliscendi per eliminare il tedescone della Etixx dalla volata finale.

Greipel che forza!

Il finale si è presentato molto difficile, con un rettilineo in leggera salita e in lastricato. Il gruppo ci è arrivato sfilacciato e senza una squadra in grado di imporre il proprio ritmo. E’ stata così una grande battaglia, con Greipel che per restarne fuori ha percorso gli ultimi km in seconda posizione, spendendo già tante energie.

Ma il tedesco della Lotto ha dimostrato di avere oggi una marcia in più. Una caduta di Taramae (Katusha) all’ultimo km ha rimescolato ulteriormente le carte. Ferrari (Lampre) ha lanciato lo sprint per Modolo, lasciando la testa molto presto per mettere in difficoltà Colbrelli (Bardiani) che si era inserito alle sue spalle. La mossa ha prodotto un rallentamento che Greipel ha sfruttato per lanciarsi da molto lontano.

Il tedesco ha guadagnato subito qualche metro ed è andato via di potenza fino alla linea d’arrivo. Una vittoria netta, prepotente. Dietro Demare (FDJ) ha fatto in tempo a sfilare la piazza d’onore a Colbrelli, poi Jungels (Etixx) e Hofland (Lotto Jumbo). Per Dumoulin un altro giorno in rosa, ma domani sapremo di più sulle sue reali intenzioni e sui valori degli uomini di classifica con il primo arrivo in quota di Roccaraso.

1 - André Greipel (Lotto Soudal) -233 kmin 5h40'35",media 41,047 km/h;

2 -Arnaud Demare (FDJ)s.t.;

3 -Sonny Colbrelli (Bardiani CSF)s.t..