Nella giornata di sabato 16 luglio il Tour de France affronterà la 14ª tappa. Il percorso di 208,5 chilometri porterà il plotone della Maglia Gialla da Montélimar a Villars-les-Dombes. Si tratterà di una frazione che molti considereranno di trasferimento, visto che dopo il Mont Ventoux e la cronometro individuale, ci si preparerà alle grandi salite delle Alpi. Possibile l’arrivo di una fuga da lontano, favorita dai saliscendi presenti per gran parte del tragitto. Il traguardo sarà posizionato in prossimità del Parc des Oiseaux, uno dei parchi di uccelli più spettacolari d’Europa, dove sono presenti oltre 3.000 esemplari, in rappresentanza di circa 250 specie provenienti dai cinque continenti.

A seguire vi illustreremo altimetria e planimetria della corsa, nell’attesa di scoprire chi s’imporrà in questa occasione alla Grande Boucle.

14ª tappa da Montélimar a Villars-les-Dombes

Il via sarà da Montélimar, dopodiché si affronterà subito la Côte de Puy-Saint-Martin (GPM di 4ª cat.), una salita di 3,6 chilometri con pendenze medie al 5,2%. Successivamente si scenderà verso Crest, poi si transiterà da Montélier e Roman-sur-Isère. La strada proseguirà lungo la valle del Rodano, con i passaggi dalla Côte du Four-à-Chaux e dalla Côte d'Hauterives, entrambe di 4ª categoria. La prima misura 3,9 chilometri al 4,2%, mentre la seconda 2,1 chilometri al 5,5%. Si proseguirà in direzione Beaurepaire, poi Eyzin-Pinet e La Fayette; quest’ultima località ospiterà il traguardo volante per l’assegnazione dei punti per la Maglia Verde.

A seguire si passerà da Charvieu-Chavagneux, Jons e Birieux, sfiorando l’abitato di Lione.

Il traguardo sarà posizionato al Parc des Oiseaux di Villars-les-Dombes, dove nel 2013 giunse la cronometro individuale del Critérium du Dauphiné vinto da Chris Froome. In quell’occasione vinse il tedesco Tony Martin, che precedette l’australiano Rohan Dennis di 47” e il britannico del Team Sky di 52”.

Sempre al Giro del Delfinato, ma nel 2015, nella frazione in linea con partenza da Le Bourget-du-Lac trionfò in volata il francese Nacer Bouhanni. Possibile anche quest’anno al Tour de France uno sprint tra velocisti, ma dopo le grandi fatiche dei giorni precedenti potrebbero non esserci formazioni in grado di tener sotto controllo una fuga, che potrebbe aver vita facile.

La diretta tv sarà come di consueto sui canali Rai, con il portale di Rai.tv che offrirà lo streaming gratuitamente. Prima di lasciarvi, vi ricordiamo che il giorno seguente avremo la 15ª tappa da Bourg-en-Bresse a Culoz con le prime asperità alpine, tra cui il Grand Colombier.