Si riapre ufficialmente la battaglia per gli ultimi posti disponibili per accedere alle atp finals di Londra, il torneo che chiude la stagione tennistica assegnando al vincitore il titolo di “maestro” dell’anno. Vi accedono infatti i tennisti nelle prime otto posizioni della classifica ATP Race e il tennista ceco Tomas Berdych, dopo aver vinto il torneo ATP 250 di Shenzen (Cina), ha di fatto riaperto la battaglia per gli ultimi posti disponibili. Berdych è infatti ancora in nona posizione, distanziato di “soli” 330 punti dall’ottava posizione, dove si trova Rafael Nadal.

A temere il rientro del tennista ceco non c’è tuttavia solo Nadal: anche Dominic Thiem e Gael Monfils devono guardarsi bene alle spalle.

La situazione per le qualificazioni alle ATP Finals 2016

Fino ad una settimana fa i giochi per le ATP Finals sembravano ormai fatti, anche se la matematica assegnava la certezza della qualificazione solo ai primi tre della Race to London: Novak Djokovic, Andy Murray e Stan Wawrinka. Ma anche Milos Raonic (4420 punti) e Kei Nishikori (4360 punti) hanno la qualificazione in tasca, visto che il loro punteggio assicura ampi margini sugli altri pretendenti.

Nadal, Thiem e Monfils dovranno invece sudarsi l’accesso alle ATP Finals, dove si scontrano ogni anno i migliori otto all’anno e il cui prestigio è secondo solo agli Slam. I tre sono al momento separati da una manciata di punti: Nadal e Thiem sono praticamente appaiati rispettivamente a 3200 e 3205 punti, mentre Monfils è poco più avanti a quota 3355. E soprattutto devono guardarsi alle spalle da un arrembante Tomas Berdych, che ha mostrato un ottimo stato di forma conquistando il torneo di Shenzen e i 250 punti che assegnava: adesso è infatti a quota 2870, a “soli” 330 punti dall’ottava posizione, riaprendo di fatto la corsa alla qualificazione.

Nadal, Thiemo Berdych? Pronostici per la qualificazione alle ATP Finals 2016

Pur essendo Nadal in ottava posizione, è forse quello che rischia meno di perdere la qualificazione a favore di Berdych. Non siamo di fronte al Nadal dei tempi migliori, ma la sua grinta e l’esperienza dovrebbero consentirgli di avere quanto meno un andamento regolare nei prossimi tornei e raccogliere di volta in volta punti preziosi.

Quello che rischia maggiormente è Thiem: dopo una prima parte di stagione in cui è andato fortissimo (è stato semifinalista al Roland Garros), pare stia subendo le conseguenze di una programmazione troppo ricca di tornei: la scorsa settimana si è fermato ai quarti di finale nel torneo di Chengdu, dove è apparso svuotato, con poche energie rimaste. Energie che sembra avere invece Berdych, in grado di disputare un finale di stagione in crescendo e agguantare in extremis la qualificazione. Thiem ha avuto inoltre la sfortuna di entrare in un tabellone difficile al torneo di Pechino in corso: rischia grosso già al primo turno, dove dovrà vedersela con Alexander Zverev.

Altre possibili sorprese per le ATP Finals

La sorpresa più realistica potrebbe darcela Tomas Berdych che, pur se indietro in classifica, sembra essere già in vantaggio su Thiem a livello di pronostico. Più difficile la qualificazione di Marin Cilic (decimo a 2445 punti), che ha probabilmente come obiettivo principale la Coppa Davis. David Goffin (undicesimo) non pare in grado di impensierire chi lo precede, mentre un ultimo pensiero lo dedichiamo al giovane Lucas Pouille: classe 1994, è stato una delle più interessanti sorprese del 2016. Ha mostrato di essere completo dal punto di vista del gioco, lucido dal punto di vista tattico e mentale e sembra destinato anche lui a chiudere in crescendo la stagione.

Anche se la matematica ancora non lo condanna (al momento ha 2016 punti) è considerarsi tuttavia escluso dalla qualificazione: ma potrebbe lo stesso chiudere l’anno in bellezza, riuscendo magari a piazzarsi tra i primi dieci al mondo.

Segui la pagina Tennis
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!