La semifinale dell’ATP 500 di Tokyo è iniziata all’insegna del buonumore, con Nick Kyrgios e Gael Monfils che si scambiano qualche battuta e ridono insieme sulla panchina, prima di dare il via al match. Ma quando sono sul terreno di gioco, i due non si scambiano favori, maregalano al pubblico un’ora e mezzo di ottimo spettacolo tennistico. Alla fine del match è l’australiano Kyrgios, 21 anni, ad avere la meglio sul francese imponendosi con il punteggio di 6-4 6-4.

Il match Kyrgios - Monfils e lo spettacolo di un tweener

Nel primo set, Monfils ha ceduto il servizio sul 4-3. Nel game successivo Kyrgios è riuscito a confermare il break appena conquistato, anche se ha dovuto lottare a fondo per vincerlo: ha dovuto annullare due palle break per portarsi poi sul 5-3. Nei due game successivi i giocatori hanno tenuto la battuta e il set si è concluso sul 6-4 a favore dell’australiano.

Il secondo set si apre con Monfils al servizio e un break immediato di Kyrgios, che però restituisce subitoil favore nel game successivo, dove è bravo il francese a conquistare il contro break, portandosi sull’1-1.

Gael evita quindi che Nick vada subito in fuga, ma lo scenario del primo set si ripete anche nel secondo: sul 4-3 Monfils subisce il secondo break del set e nel game successivo Kyrgios è molto serio e attento a condurre il gioco e portarsi sul 5-3. A questo punto il match è chiuso: Monfils inizia ad accusare fatica e crampi e non impensierisce più Kyrgios, che chiude in scioltezza il match con il punteggio di 6-4 6-4.

Una bella semifinale, che ha visto diversi sprazzi di gioco spettacolare, come il lungo scambio avvenuto nel secondo set sul 4-3, dove Kyrgios ha fatto andare in delirio il pubblico con un tweener quasi da fondo campo. Tweener che non è stato vincente, ma ha permesso all’australiano di continuare lo scambio, continuato con colpi da fondo, palle corte e concluso poi con un passante in dritto di Kyrgios: sicuramente uno dei punti più spettacolari dell’anno.

Kyrgios e la qualificazione alle ATP Finals

Kyrgios, come al solito si esalta nelle sfide difficili, come lo è stata questa con Monfils e affronterà in finale il belga David Goffin, che ha eliminato il croato Marin Cilic nell’altra semifinale del torneo di Tokyo. Per il giovane australiano si tratta della terza finale ATP raggiunta nel 2016 e della prima finale raggiunta in un ATP 500, raggiunge inoltre la dodicesima posizione nella Race to London: Ormai è troppo tardi forse per sperare in una qualificazione alle ATP Finals, anche se la lotta per l’ultimo posto rimasto è ancora non è chiusa. Dovesse vincere la finale del torneo di Tokyo, recupererebbe infatti punti preziosi su tutti i giocatori che lo precedono: Goffin, Cilic, Berdych e naturalmente su Dominic Thiem.

Segui la pagina Tennis
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!