Tornano finalmente alla vittoria due grandi aspettative del basket americano di quest'anno: i Chicago bulls e i Los Angeles clippers. I primi sono impegnati nel match casalingo contro gli Charlotte Hornets del presidente Jordan e, a differenza del loro incontro di qualche giorno fa, stavolta sono i padroni di casa ad imporsi nella partita, chiudendo l'incontro sul punteggio di 118 a 111: spicca il nome del talentuoso Bull Jimmy Butler, che domina ai punti, mettendone la bellezza di 52, condendo il tutto con 12 rimbalzi (anche in questo caso media più alta della partita), che lo eleggono, di conseguenza, uomo del match.

Per quanto riguarda, invece, i losangelini Clippers (bisognosi assolutamente di una vittoria dopo un bruttissimo giro di sconfitte), mancano ancora Griffin e Paul, ma la squadra riesce, in ogni caso, ad effettuare una magnifica prestazione, e vince in casa contro i Phoenix Suns, con il punteggio di 109 a 89: esce definitivamente allo scoperto DeAndre Jordan, il quale gioca un'intera partita sui rimbalzi, recuperandone ben 20, affiancandoli con 9 punti, superato dal compagno J.J.Reddick, che invece ne mette 22.

Tutte le altre gare

I Cleveland Cavaliers continuano il loro eccellente campionato, vincendo una nuova gara casalinga contro i New Orleans Pelicans, per 90 a 82: i Cavs lasciano a riposo Kyrie Irving, e partono dal tridente James-Love-Jefferson, il quale risulta più che efficace per giungere alla vittoria finale; Jefferson, infatti, riesce a recuperare ben 12 rimbalzi, costituendo un'ottima spalla per James, che mette 26 punti (media più alta in partita) e chiude con 6 assist.

Approdano sul fondo della classifica i Brooklyn Nets, costretti a cedere il passo agli Utah Jazz, loro ospiti della serata: i Jazz portano a casa la partita per 101 a 89, grazie soprattutto a Gordon Hayward e Rudy Gobert, i quali confermano il grande potenziale della squadra; per Hayward sono 30 punti e 3 assist, mentre Gobert condisce il tutto con 16 rimbalzi.

I New York Knicks scendono sotto la metà classifica, dopo aver collezionato 16 vittorie e 17 sconfitte, delle quali l'ultima arriva proprio in casa, dove attendono gli Orlando Magic, e prendono una brutta caduta per 115 a 103: niente da fare per Anthony e compagni, surclassati dai giocatori di Orlando, nell'ordine Jodie Meeks (23 punti), Nikola Vucevic (13 rimbalzi), ed Elfrid Payton (14 assist).

Si confermano tra le migliori Houston e Golden State: i primi ospitano i Washington Wizards e vincono per 101 a 91, complice un'altra tripla doppia di James Harden (23 punti, 10 rimbalzi e 10 assist, superato ai punti da Gordon con 31), mentre i secondi attendono in casa i Denver Nuggets di Gallinari, e li piegano per 127 a 119, grazie a Klay Thompson (25 punti) e Draymond Green (13 assist e 10 rimbalzi): niente da fare per Danilo, nonostante un'eccellente prestazione che lo vede chiudere a 19 punti.

Thunder e Bucks

Milwaukee ospita gli Oklahoma City Thunder di Russell Westbrook, e batte gli ospiti per 98 a 94: Westbrook manca la tripla-doppia, dovendosi accontentare di 30 punti e 6 assist, aiutato da Steven Adams, che prende 8 rimbalzi; dall'altro lato, al contrario, ancora esplosivo il talentuoso Giannis Antetokounmpo, che arriva invece in doppia-doppia, collezionando 26 punti e 10 rimbalzi, i quali lo premiano come migliore della partita.