Tra poco meno di 2 ore la Juventus affronterà il Chievo, tornando allo JStadium dopo quasi 20 giorni.Vediamo le probabili formazioni di Juventus-Chievo.

Juventus (4-2-3-1):Buffon; Lichtsteiner, Rugani, Barzagli, Asamoah; Pjanic, Marchisio; Dani Alves, Dybala, Sturaro; Higuain. Allenatore: Allegri.

Chievo (4-3-1-2):Sorrentino; Cacciatore, Dainelli, Cesar, Gobbi; Castro, Radovanovic, De Guzman; Birsa; Pellissier, Inglese.

Pubblicità
Pubblicità

Allenatore: Maran.

A otto partite dalla fine del campionato, Allegri chiede ai suoi massima concentrazione per portare a casa 3 punti e fare un ulteriore passo verso il sesto scudetto di fila.In conferenza stampa Allegri ha dichiarato:"Un bonus ce lo siamo gia giocato, pareggiando a Napoli, vietato sbagliare la Roma può fare 92 punti, noi dobbiamo farne 93, la matematica non è un' opinione, quindi mancano ancora tante vittorie".Con Mandzukic fuori uso per la fastidiosa infiammazione al ginocchio, e Pjaca infortunato e fuori dai giochi fino alla prossima stagione, l'attacco bianconero sarà rappresentato da Higuain e Dybala, a centrocampo preferenza Marchisio e in difesa dentro Rugani e Asamoah.Cuadrado, Bonucci e Khedira a riposo, in vista della partita di champions contro il Barça di Martedì.

Per chi ha domandato se che far giocare "la Joya" fosse rischioso in vista della partita con il Barcellona, Allegri ha risposto: "Dybala viene da un piccolo infortunio ed ha bisogno di giocare, è un giocatore aerobico, in questo momento ha una condizione accettabile ma non ottimale quiundi più gioca più migliora la condizione, non possiamo fare calcoli su chi gioca e chi no in questa parte finale della stagione, soprattutto se si hanno assenze come nel nostro caso, non abbiamo molte scelte".

Allegri poi parla degli obbiettivi della stagione in corso e dice: "L'obbiettivo principale della Juventus è vincere il campionato, per entrare nella leggenda, la Champions è un torneo a se', l'importante era arrivare tra le prime otto d'Europa, e ci siamo, la Coppa Italia chiaramente si gioca per vincerla.".

In conferenza stampa il Mister della Juventus ha anche parlato della partita di Champions.

Pubblicità

"Saranno due sfide affascinanti, queste partite non ci vuole tanto per prepararle, sono delle sfide a se'.Il Barcellona noi lo rispettiamo, è un quarto di finale di Champions e in questo momento della stagione le squadre che sono arrivate fino qui sono al top della condizione".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto