Anche quest'anno sarà polignano a mare (Bari) ad ospitare la tappa italiana della red bull Cliff Diving World Series 2017, il campionato di tuffi dalle grandi altezze giunto alla sua nona edizione.

Come ha ricordato Marco Gobbi Pansana (Head of Digital&Communication Red Bull Italia) durante la conferenza stampa di presentazione tenutasi martedì 4 aprile alla Bit di Milano, è da ormai sette anni che la manifestazione sportiva fa tappa in Italia. E per cinque volte l’organizzazione ha scelto Polignano a Mare (2009-2010-2015-2016-2017) che, per Pansana, rappresenta la cornice naturale perfetta per questo sport adrenalinico.

Pubblicità
Pubblicità

Il campionato 2017

In questa disciplina, gli atleti si tuffano da una piattaforma posta a 27 metri di altezza per gli uomini e a 20 metri per le donne. Altezza che, comunque, è tre volte superiore rispetto a quella olimpica.

La nona stagione delle World Series prevede sei tappe in calendario, e l'esordio sarà in Irlanda nelle acque dell'isola Inis Mór. Successivamente ci sarà la tappa di Sao Miguel, isola delle Azzorre Portoghesi, mentre il 23 luglio la competizione si svolgerà a Polignano a Mare.

Pubblicità

Quest'ultima è una delle location più affascinanti non solo per gli atleti, ma anche per il numeroso pubblico che ogni anno vi assiste. Infatti nel 2016 si sono raggiunte le 70.000 presenze.

Dopo la tappa italiana, le World Series riprenderanno il 3 settembre con la gara in Texas. Il 16 settembre ci sarà poi la semifinale a Mostar, in Bosnia Erzegovina, e il gran finale avrà luogo il 21 ottobre nelle acque del Lago Ranco in Cile.

De Rose punta al podio nella tappa italiana

Due anni fa, quando la cittadina pugliese ospitò la semifinale maschile e la finale femminile delle World Series, vinse l’inglese Gary Hunt.

Lo scorso anno, Polignano ha ospitato il quinto dei nove appuntamenti, e la competizione fu vinta dal russo Artem Silchenko, seguito da Steven LoBue e da Jonathan Paredes. L'unico italiano in gara, il giovane Alessandro De Rose, ha sfiorato il podio raggiungendo il quarto posto con un tuffo più difficile, che contemplava tre avvitamenti e partenza in verticale. L'atleta ha dichiarato che quest'anno punta a salire sul podio proprio durante la tappa polignanese, che per lui è la più importante di tutto il campionato.

A Polignano un appuntamento fisso

Ad ogni modo, la collaborazione tra Red Bull e Polignano a Mare continua, e il sodalizio interesserà anche i prossimi anni, ovvero il 2018 e il 2019. Infatti eventi come la Red Bull Cliff Diving World Series rappresentano un’occasione privilegiata di promozione del territorio. Ad evidenziarlo è stato proprio il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, alla conferenza stampa tenutasi alla Bit di Milano.

Pubblicità

Soddisfatto di questo connubio sportivo, ovviamente, anche il sindaco del Comune di Polignano a Mare, Domenico Vitto, il quale ha sottolineato come, grazie a questo evento, la città pugliese sia diventata nota a numerosi turisti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto