Lewis hamilton e Sebastian Vettel. Sono sempre ed indiscutibilmente loro i grandi protagonisti di questa Formula 1 2017. La sfida in pista dopo quattro Gran Premi è ormai stata lanciata, con il pilota Ferrari che guida la classifica mondiale con 86 punti, e vanta 13 lunghezze di vantaggio sul rivale della Mercedes, secondo in graduatoria. Anche su un altro fronte i due campioni sono di gran lunga i migliori del Circus: stiamo parlando degli stipendi annuali che sono stati pubblicati da poco dalla rivista specializzata "Business Book GP".

Stando a quanto riportato dalla pubblicazione britannica, Hamilton e Vettel risultano, per questa stagione 2017, di gran lunga i piloti più "ricchi" del Paddock.

Se nel mondiale il ferrarista al momento è davanti al driver delle "frecce d'argento", in questa speciale graduatoria entrambi risultano appaiati con uno stipendio di 32 milioni di euro. Alle loro spalle si piazza Fernando Alonso che, nonostante una McLaren-Honda in grande crisi, almeno guadagna il podio delle retribuzioni a quota 30 milioni annuali. E Kimi Raikkonen? Il driver finlandese non raggiunge di certo le cifre astronomiche del compagno di squadra in Ferrari, ma porta a casa comunque 8 milioni di euro, risultando al quinto posto nell'elenco degli stipendi.

Hulkenberg e Magnussen: ricavi in netta crescita

Scorrendo la classifica degli stipendi 2017 dei piloti di Formula 1, si notano dei balzi in avanti rispetto all'anno scorso decisamente notevoli.

Restando nei top-team, dopo l'addio di Nico Rosberg, Valtteri Bottas è passato dalla Williams alla Mercedes e, di conseguenza, i suoi emolumenti sono notevolmente migliorati: il vincitore del Gran Premio di Russia, infatti, è attualmente settimo (insieme all'ex compagno di squadra Felipe Massa), con una retribuzione di 6 milioni di euro.

Tra i driver che si mettono in evidenza per una netta crescita dei guadagni ci sono anche i due titolari dei volanti Red Bull. Daniel Ricciardo, infatti, complice anche il ritiro di Rosberg, ha scalato diverse posizioni rispetto allo scorso anno, piazzandosi ai piedi del podio (quarto), con 11 milioni di euro di stipendio. Max Verstappen, beneficiando del passaggio dalla Toro Rosso alla scuderia anglo-austriaca nella scorsa stagione, è schizzato nettamente in alto, passando da "appena" 500mila euro agli attuali 6 milioni.

Nico Hulkenberg e Kevin Magnussen non sono di certo da ascrivere tra i top-driver, però è notevole il salto di qualità che hanno effettuato nella graduatoria delle retribuzioni 2017 pubblicata da "Business Book GP". Il pilota tedesco, dopo aver salutato la Force India si è accasato alla Renault, facendo segnare un incremento del 50% (oggi guadagna 8 milioni di euro) rispetto alla stagione precedente. Per quanto concerne il driver danese invece, il trasferimento dalla Renault alla Haas gli ha assicurato una crescita delle entrate dai 750mila euro dello scorso anno agli attuali 3,25 milioni. Il più "povero" del Circus risulta essere il debuttante Lance Stroll, che in Williams percepisce uno stipendio da 250mila euro.

Segui la pagina Formula 1
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!