La puntata inizia con il ring che ospita tutta la divisione femminile: Mickie James, Dana Brooke, Emma, Nia Jax, Sasha Banks, Alicia Fox e Bayley. Ad un certo punto entra sullo stage la neo campionessa di RAW, Alexa Bliss, la quale inizia a schernire tutte le altre, prendendo ovviamente di mira per ultima Bayley, sconfitta a Payback. Com’era ovvio si scatena una rissa che da luogo ad un 8 Women Tag Team Match: Mickie James, Dana Brooke, Bayley e Sasha Banks contro Emma, Nia Jax, Alicia Fox e Alexa Bliss.

L’incontro si conclude con la vittoria del quartetto delle “cattive”, con proprio la neo campionessa che schiena un’altra volta Bayley.

A seguire Enzo Amore & Big Cass si presentano sullo stage parlando della loro vittoria a Payback ai danni del duo formato da Luke Gallows & Karl Anderson, ma mentre Big Cass sta per dare dei “SAWFT” come sempre alla coppia sconfitta nell’ultimo PPV, lui ed il suo compagno di Tag vengono attaccati da Gallows & Anderson e il match ha inizio.

A vincerlo è Luke Gallows, grazie alla distrazione causata da Anderson, che gli permette di finire Amore e schienarlo.

What’s next for Seth Rollins?

Seth Rollins si presenta sul ring parlando dei suoi ultimi mesi, di come siano stati un ottovolante con momenti molto alti e altrettanti molto bassi, della vittoria a Wrestlemania contro “The King of Kings” e di quella a Payback, dove ha avuto la sua vendetta nei confronti di Samoa Joe. Ora il suo obiettivo è l’Universal Championship di Brock Lesnar.

A questo punto si presenta Finn Balor, dicendo che lui è stato il primo campione universale, sconfiggendo proprio Rollins a SummerSlam, e che di fatto lui quel titolo non l’ha mai perso.

Arriva anche il Campione Intercontinentale Dean Ambrose, il quale lancia una sfida per il suo titolo a tutti i wrestler sul ring.

L’ultimo ad entrare è The Miz, che offende gli altri tre dicendo che quel titolo è diventato grande grazie a lui, allora Ambrose telefona a Kurt Angle, il GM di RAW, e sancisce un Triple Threat Match per trovare il nuovo #1 Contender per il titolo Intercontinetale.

Si prosegue con il match tra Brian Kendrick & Noam Dar & Tony Nese contro Akira Tozawa & Jack Gallagher & Rich Swann, vinto dall’ultimo terzetto grazie al corner drop kick di Gallagher.

I nuovi Sheamus & Cesaro salgono sul quadrato e iniziano a parlare di come gli Hardy Boyz hanno rovinato il loro momento a Wrestlemania 33 e della loro aggressione a Payback nei confronti di Matt e Jeff. Gli Hardyz dunque arrivano per rispondere alla sfida e la risposta ovviamente è “DELETE!” e i due invadono il quadrato, ma Sheamus & Cesaro battono in ritirata.

A seguire va in scena il match tra Apollo Crews e Heath Slater, vinto dal primo grazie alla sua Spin-out Powerbomb, preparata con un ottimo Enzuigiri.

Kurt Angle ci fa sapere che Roman Reigns ha visto riacutizzarsi il suo infortunio alle costole, mentre Braun Strowman si è infortunato alla cuffia dei rotatori dopo l’impressionante match a Payback. Il General Manager di RAW viene però interrotto da Bray Wyatt, il quale si presenta a Angle come un salvatore, dicendosi libero dalla seccatura di Randy Orton, sconfitto a Payback. Dice inoltre di essere rinato come un angelo e chiede se il nuovo membro della Hall of Fame sarà dalla sua parte o gli andrà contro.

Angle risponde che RAW è il suo show, ma Wyatt controbatte dicendo che potrà anche essere il suo show, ma questo è il suo mondo.

Va in scena la sfida tra il prescelto di Neville, TJ Perkins, e l’acerrimo nemico del “King of the Cruiserweights”, Austin Aires. Perkins si concentra sul ginocchio sinistro di Aires, che però riesce a vincere l’incontro rovesciando il “Detonation Kick” e riuscendo ad applicare la sua “Last Chancery”.

Perkins però non ha ancora finito e attacca Aires a match concluso, applicando un kneebar ancora al ginocchio sinistro.

I Golden-Truth vanno a chiedere a Angle se possono avere un match contro gli Hardy Boyz, ma Kurt risponde che per colpa del loro record negativo non può farlo, così sancisce un Tag Team Turmoil per la puntata della prossima settimana con in palio il #1 contender per i titoli di coppia.

Il main event

Finalmente siamo giunti al main event della serata. In questo Triple Threat Match c’è in palio il titolo di #1 Contender alla cintura di campione Intercontinentale di Dean Ambrose.

L’incontro viene deciso dagli interventi di Samoa Joe, ai danni di Rollins, e di Bray Wyatt, ai danni di Balor, il che permette a Miz di vincere l’incontro e diventare ancora una volta lo sfidante di Ambrose.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto