Anche il Team Sky ha definito ufficialmente la formazione che correrà il Tour de France. Chris Froome avrà anche stavolta una vera e propria corazzata, con gregari che sarebbero capitani in gran parte delle altre formazioni. La forza del Team Sky si vede soprattutto dalle esclusioni eccellenti: quest’anno resteranno in panchina alcuni pezzi da novanta a partire da Wout Poels, l’olandese che nelle scorse edizioni era sempre stato fondamentale nelle tappe di montagna. Mancherà anche Ian Stannard, un altro dei gregari abituali di Froome sulle strade del Tour de France.

Niente Tour per Poels

Le scelte in uno squadrone come il Team Sky sono sempre difficili, soprattutto quando si parla del Tour de France, la corsa più importante della stagione e a cui tutti vogliono partecipare. La squadra britannica aveva almeno una dozzina di nomi tutti potenzialmente titolari tra cui tirare fuori i nove corridori da portare al Tour de France. Qualche pezzo grosso doveva per forza essere escluso e le scelte hanno portato fuori squadra corridori come Wout Poels, determinante in montagna nelle scorse edizioni, di Ian Stannard, classica guida di Froome nelle tappe pianeggianti, e di Peter Kennaugh, fresco vincitore sull’Alpe d’Huez al Delfinato. Particolarmente importante è la non convocazione di Poels, visto il peso avuto dal corridore olandese un anno fa quando scortò Froome in diversi momenti critici e soprattutto nella tappa di Saint Gervais dopo la caduta della maglia gialla.

Quest’anno Poels ha avuto una stagione tormentata per un infortunio, è tornato a correre nelle scorse settimane e sembrava pronto per il Tour, ma non ha convinto appieno i tecnici della Sky.

Team Sky, una squadra da sogno per il Tour

Il Team Sky ha comunque risorse tecniche pressoché infinite ed ha preparato ugualmente una squadra da sogno per sostenere Froome al Tour de France.

I nove della squadra britannica saranno:

  • Chris Froome
  • Geraint Thomas
  • Mikel Landa
  • Sergio Henao
  • Vasil Kiriyenka
  • Christian Knees
  • Michal Kwiatkowski
  • Mikel Nieve
  • Luke Rowe

Froome potrà contare su tre passisti di quantità e qualità come Kiriyenka, Rowe e Knees in pianura, e su scalatori puri come Landa, Nieve e Henao in montagna. Geraint Thomas e Michal Kwiatkowski saranno gli uomini in più, quei corridori di forza e classe in grado di dare il loro apporto ovunque nei momenti più critici.

La Sky sa di avere la squadra più forte, e questo potrebbe risultare un fattore decisivo in una corsa a cui Froome non arriva con la sensazione di superiorità data negli scorsi anni. “Abbiamo selezionato una squadra forte ed esperta che lo aiuterà e cercheremo di usare la forza della squadra a nostro vantaggio” ha dichiarato il Team manager Dave Brailsford al sito ufficiale della Sky.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!