Si preannuncia ancora una scelta che farà molto discutere quella relativa alle squadre Professional che il Giro d’Italia inviterà all’edizione 2018. Anche stavolta non ci sarà spazio per tutte e quattro le squadre italiane. Come anticipato da Cyclingweekly la quaterna di team invitati sarà divisa a metà tra squadre italiane e straniere, ma con un rinnovamento quasi totale rispetto alle ultime edizioni. Entreranno infatti due formazioni straniere all’esordio assoluto nella corsa rosa, mentre la nostra Bardiani, presenza fissa da molti anni, sarà quasi certamente esclusa.

Giro d’Italia, Bardiani e Nippo verso l’esclusione

Come nella passata edizione anche nel 2018 il Giro d’Italia riserverà appena due wildcard per le squadre italiane. È una scelta che ha già fatto discutere in passato e che creerà ancora polemiche, anche pensando a quanto accade in Francia dove tutte le wildcard per il Tour vengono distribuite a formazioni di casa. Nello scorso maggio erano state Bardiani e Wilier a beneficiare degli inviti. Stavolta invece la Androni si è guadagnata l’invito d’ufficio vincendo la Ciclismo Cup e tornerà così al Giro dopo tre anni di assenza. La Wilier dovrebbe essere l’unica squadra invitata nella scorsa edizione a vedere confermata la sua presenza. Androni e Wilier dovrebbero quindi prendersi le due wildcard riservate alle squadre italiane, con l’esclusione di Bardiani e Nippo, un colpo davvero durissimo per entrambe.

“Sarebbe una cosa enorme per noi essere esclusi dal Giro d’Italia” ha spiegato Roberto Reverberi, Team manager della Bardiani, a Cyclingweekly. “Il 90% del nostro programma si basa sul Giro. Vogliamo correrlo, è l’obiettivo principale della nostra stagione, ma non nascondiamo che siamo un po’ preoccupati per quanto è accaduto all’inizio dell’edizione scorsa” ha aggiunto Reverberi con riferimento alle positività di Ruffoni e Pirazzi.

Doppio debutto tra le squadre straniere

Per le due wildcard riservate alle formazioni straniere si preannuncia una rivoluzione. Dovrebbero infatti essere chiamate due squadre al debutto assoluto nella corsa rosa. La prima è la Israel Cycling Academy. Si tratta di una squadra israeliana che sta operando una buona campagna di rafforzamento in questa sessione di ciclomercato in cui ha ingaggiato Sbaragli, Hermans e Plaza.

Ovviamente questa wildcard è legata alla partenza del Giro d’Italia da Israele. L’ultimo posto disponibile dovrebbe andare alla squadra irlandese Aqua Blue Sport, che ha corso il suo primo grande giro alla recente Vuelta Espana vincendo una tappa con Denifl.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!