5

Il #Milan torna al successo fra le mura amiche dopo oltre due mesi di digiuno. Il risultato finale è di 2 a 1 in favore dei rossoneri. Decide una doppietta di Giacomo Bonaventura, che con un gol per tempo regala i primi 3 punti in carriera a mister Rino Gattuso. Bene anche il Bologna, che sfiora più volte il gol del pareggio, lasciando con il fiato sospeso i 40mila tifosi giunti fino a San Siro incuranti del freddo e della neve caduta abbondantemente in giornata.

Ecco le #Pagelle dei protagonisti:

Pagelle Milan:

Bonaventura 7,5: Oltre alla doppietta c'è di più: movimenti giusti, strappi brucianti e rarissimi errori in fase d'impostazione.

Deve essere lui il pilastro sul quale Gattuso tenterà di ricostruire un sistema di gioco apparentemente perduto e un'identità da vero Milan.

Musacchio 5: Alterna buoni disimpegni in fase di impostazione di gioco ad errori francamente difficili da vedere perfino in categorie inferiori. In occasione del gol del Bologna permette a Destro di rientrare sul piede preferito al limite dell'area: servono più concentrazione e cattiveria.

Montolivo 6,5: L'ex capitano del Milan svolge questa sera un lavoro oscuro, ma preziosissimo: emblematici in questo senso i due salvataggi su altrettante occasioni da rete del Bologna. Il pubblico di San Siro apprezza e applaude, forse anche per scacciare il gelo. Calciatore ritrovato.

Kessiè 5,5: Si danna l'anima alla ricerca dello spunto vincente, ma nelle ultime uscite è più fumo che arrosto.

Paga lo sforzo titanico della prima frazione con una ripresa anonima e abulica. Serve nuova benzina nelle gambe.

Gattuso [VIDEO] 6,5: La sua voglia di vincere questa volta viene premiata: sull'1 a 1 toglie Abate per Cutrone, giocandosi qualcosa di simile ad un tutto per tutto. Il risultato finale lo ripaga, ma Ringhio sa bene che il difficile arriva adesso: la squadra ha bisogno di ritrovarsi il più in fretta possibile.

Pagelle Bologna:

Verdi 6,5: Saetta imprevedibile. Sgomma per il campo seminando il panico e gli avversari; da vedere e rivedere il gol del momentaneo 1 a 1: è vero che il rimbalzo del pallone lo aiuta, ma metterla all'incrocio in quel modo è tutto fuori che un gioco da ragazzi.

Torosidis 6,5: Non si propone quasi mai in avanti, ma con tre diagonali difensive decisive permette ai suoi di non subire altrettante reti. Nel complesso una partita giocata a ritmi elevati e con l'esperienza del veterano.

Donsah 5: Avrebbe la gamba e le possibilità di far male alla difesa del Milan, ma sembra piuttosto svogliato.

Rallenta più volte l'azione e in generale dà l'impressione di essere in una serata no.

Nagy 6: Ritorna titolare dopo un lungo periodo vissuto a guardare i compagni dalla panchina: prova dignitosa, sorretta dalle geometrie e dal fraseggio di cui il giovane ungherese è maestro. Ora serve continuità per fare un bel salto di qualità.

Donadoni 6: Il Bologna regge l'urto del primo quarto d'ora rossonero, quindi legittima il pareggio nella fase centrale del match, per poi arrendersi solo a venti minuti dalla fine. La classifica sorride, il futuro pure.