Dopo le tante corse in giro per il mondo e nel resto d’Europa delle scorse settimane anche il ciclismo italiano è pronto a riaprire i battenti. [VIDEO] La gara d’apertura è tornata ad essere quest’anno il Trofeo Laigueglia dopo la cancellazione del Gp Costa degli Etruschi che aveva anticipato la corsa ligure negli ultimi anni. Le tante concomitanze di un calendario già molto affollato in questo scorcio iniziale di stagione hanno un po’ penalizzato il Trofeo Laigueglia, che è però riuscito a comporre una starting list di buon livello. Al via ci sarà una sola squadra World Tour, la AG2R, ma molte delle migliori professional straniere e la nazionale italiana.

Trofeo Laigueglia, percorso più difficile

Il Trofeo Laigueglia si corre domenica 11 febbraio su strade care al grande Ciclismo, che qui ha vissuto momenti importanti fin da tempi molto lontani. Il percorso propone quest’anno una novità significativa, con un passaggio in più nel circuito finale, per indurire ulteriormente una corsa già piuttosto selettiva. Il tracciato è di 203 km, con il via da Laigueglia per un primo giro che comprende le salite di Onzo e Cima Paravenna. Verso metà corsa si torna a Laigueglia per il rifornimento e un altro giro stavolta ad affrontare il Testico. Dopo circa 150 km la corsa passa ancora dal traguardo per iniziare la fase decisiva. Da qui si affrontano quattro tornate del circuito finale con le salite di Colla Micheri e Capo Mele, ascese che solitamente causano una certa selezione naturale e possono fare da punto di lancio per un attacco isolato.

In tv solo in differita

Al via del Trofeo Laigueglia 2018 ci saranno 142 corridori di 22 squadre. Il livello è buono, con la AG2R, la nazionale italiana [VIDEO]e le squadre Professional italiane che si preannunciano le formazioni di riferimento. Il tracciato è favorevole a corridori abili a scattare sulle brevi salite ma anche pronti a vincere una volata ristretta. Tra i corridori da seguire con maggior attenzione segnaliamo Marco Canola (Nippo Fantini), Francesco Gavazzi (Androni), Manuel Senni (Bardiani), Silvan Dillier (AG2R), Mauro Finetto (Delko), Guillaume Martin e Andrea Pasqualon (Wanty) e Gianluca Brambilla (Italia).

Contrariamente a quanto comunicato in un primo momento non ci sarà nessuna trasmissione in diretta tv per il Trofeo Laigueglia. L’appuntamento su Rai Sport sarà con una differita in programma domenica 11 febbraio alle ore 23. Nel pomeriggio però, alle 17.30, si potrà seguire una sintesi in streaming sulle piattaforme web di pmgsport, dalla pagina Facebook al sito ufficiale, ma anche su molti altri portali come repubblica.it e tuttobiciweb.it.