Nel calendario World Tour che entra nel vivo della stagione, da domenica 4 a domenica 11 marzo 2018 si svolgerà la 76esima edizione della Parigi-Nizza, gara che risale al 1933 e dopo i Grandi Giri è considerata una delle più importanti corse a tappe del Ciclismo internazionale. Con sette successi consecutivi negli anni '80 Sean Kelly è il recordman della Corsa della Sole; Sergio Henao è il detentore. Tre soli italiani nell’albo d’oro: Fermo Camellini (1946), Dario Frigo (2001) e Davide Rebellin (2008).

Tre impegnative frazioni collinari, altrettante di sprint, un traguardo su pavè e una prova contro il tempo per complessive otto tappe che attraverseranno da nord a sud la Francia lungo un percorso impegnativo e paesaggisticamente affascinante.

Il traguardo di tappa è previsto tra le ore 16.30 e le 17 nelle prime sei e intorno alle 14.50 nelle ultime due. La corsa sarà trasmessa in diretta tv da Eurosport e in diretta streaming su Eurosport Player. Solo in differita su Rai sport (ore 18.55).

Tappe, altimetrie e percorso della Parigi-Nizza 2018

Chatou-Meudon (135km), domenica 4 marzo la prima tappa della Corsa del Sole si snoda quasi per intera nei pressi di Parigi su un percorso pianeggiante, ma che termina con una salita di 1,9 km al 5,5% medio e con gli ultimi 500 metri in pavè; dunque, incisiva abbastanza per i velocisti puri.

Orsonville-Vierzon (187km), lunedì 5, la tappa 2 viaggia in pianura nella campagna a sud di Parigi. L’unica salita di giornata (al 4%) è però posta a 500 metri dal traguardo.

Bourges-Chatel-Guyon (210km), martedì 6, la terza frazione è la più lunga di questa edizione della Parigi-Nizza. E nasconde anche numerose insidie, che potrebbero essere inoltre aggravate dalla possibilità di pioggia e vento. Primi 60 km piatti, poi le strade si fanno progressivamente tortuose fino alla salita di 10 km al 3,5% che si affronta a 18 km scarsi da Chatel-Guyon e il tratto di 1,5 km al 4,3% a mille metri dal traguardo.

La Fouillouse-Saint Etienne (18km), mercoledì 7, la tappa 4 è una cronometro individuale con due tratti in salita (6 km al 4% e 1 km al 6%).

Salon-de-Provence-Sisteron (165km), giovedì 8 marzo la quinta tappa viaggia verso il cuore della Provenza con una salita importante a metà strada: Col de Lagarde-d’Apt, 13 km al 6%.

Nizza-La Colmiane è la tappa regina

Sisteron-Vence (198 km), venerdì 9, l’impegnativa tappa 6 potrebbe rivelarsi molto importante per la classifica. Col des Leques (6 km al 5%), Col Bas (7 km al 7,2%), Col de Cipieres (2,8 km al 5,6%) e Col de Gourdon (3,8 km al 4,2%) fino a Cote de la Colle sur Loup, salita breve (1,8 km) ma tagliente (10%) che i corridori affronteranno a 12 km dal traguardo.

Nizza-Valdeblore La Colmiane (175 km), sabato 10, la settima frazione è la tappa regina della Parigi-Nizza 2018. Diverse salite nella parte centrale del percorso, tra cui Col de Gattieres (4,5 km al 4,8%), Col de Saint-Raphael (5,8 km al 4,2%), Col Villars-sur-Var (2,1 km al 6,7%), ma soprattutto la salita di chiusura a La Colmiane: 16,3 km al 6,2%.

Nizza-Nizza (110 km), domenica 11 marzo l’ottava e ultima tappa: breve e nervosa che potrebbe ancora cambiare lo scenario alla classifica. Salendo da Nizza, la Cote de Levens (6,2 km al 5,5%), il Col d'Èze (7,7 km al 5,5%), Col de Chateauneuf (5,4 km al 4,4%), Col de Calaison (6,3 km al 4,4%), Col De Peille (6,6 km al 6,8%) e Col des Quatre Chemins (5 km al 5,5%) prima degli ultimi nove chilometri che sono in ripida e spettacolare discesa.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!