Dopo aver risolto (almeno così sembrerebbe) la "grana" opposto per la prossima stagione, con la conferma del bulgaro Sokolov che non sembra intenzionato ad ascoltare le ricche sirene russe per il prossimo campionato, iniziano le voci e le trattative per il resto della squadra.

Resta la stessa diagonale palleggiatore - opposto?

Al momento il giocatore più in forse dell'attuale rosa della Lube è il palleggiatore americano Micah Christenson, con il quale non è stato trovato un accordo economico definitivo e del quale non è pronta una soluzione alternativa: una volta definita anche questa spinosa situazione i dirigenti marchigiani potranno concentrarsi sulle due operazioni di mercato che potrebbero far sognare i loro tifosi con un sestetto, almeno sulla carta, in grado di competere e di vincere sia in Italia che in Europa.

I caraibici nel mirino

Sicuramente sponsorizzati a gran voce dall'italo-cubano Osmany Juantorena Portuondo, secondo la Gazzetta dello Sport, sono in procinto di arrivare in Italia altri due atleti cubani tra i più forti in circolazione, entrambi al momento in forza al Sada Cruzeiro, squadra brasiliana che gli appassionati hanno potuto ammirare durante l'ultimo mondiale per Club.

Stiamo parlando dello schiacciatore classe 1988 (cubano ma naturalizzato brasiliano) Yoandy Leal Hidalgo e di una vecchia conoscenza del nostro campionato, il centrale Robertlandy Simon, che anni fa a Piacenza fece impazzire i tantissimi tifosi piacentini quando in coppia con l'argentino De Cecco al palleggio regalava delle giocate al centro davvero incredibili.

Come potrebbe diventare la Lube 2018/2019?

Ovviamente non è possibile pensare ad una campagna acquisti del genere senza compiere determinati sacrifici: il budget della società il prossimo anno resterà quasi invariato, di conseguenza l'eventuale innesto di questi due fortissimi giocatori prevederà anche i saluti di alcuni top player della stagione in corso.

Risolta la grana Sokolov, già affrontati i problemi relativi al palleggio, resta in bilico la situazione di Sander. Infatti nello scacchiere marchigiano sembrerebbe proprio l'atleta americano il principale indiziato a far posto a Leal (stesso ruolo ed ingaggio simile), mentre sulla questione centrali è ancora tutto da vedere poiché quella di Simon è una "pazza idea" nata da poco e ancora lontana da una possibile fumata bianca, a differenza di Leal che ha già inviato il suo procuratore a trattare con i dirigenti Lube.

Si realizzassero tutti i movimenti su cui stanno lavorando gli addetti ai lavori il prossimo anno la Lube potrebbe presentarsi con questo sestetto: Sokolov-Christenson, Juantorena-Leal, Simon-Cester, Libero Balaso.

Segui la pagina Pallavolo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!