Mancano pochi giorni all'inizio della Freccia Vallone, secondo appuntamento del “trittico delle Ardenne”, dopo l'Amstel Gold Race [VIDEO] e prima della Liegi-Bastogne-Liegi. Adesso possiamo dare uno sguardo all'elenco ormai definitivo dei partecipanti, provando anche a fare alcune valutazioni in base ai risultati fin qui ottenuti dai corridori che parteciperanno alla classica che si concluderà sul terribile Muro di Huy.

I campioni al via

Il Team Movistar sarà capitanato dal fuoriclasse spagnolo Alejandro Valverde, che ha già vinto la Freccia per ben cinque volte: nel 2006 e nelle ultime dal 2014 al 2017.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Ciclismo

Valverde, quinto classificato all'Amstel, nella quale è stato protagonista nelle fasi conclusive, sarà coadiuvato da corridori di grande valore, come Winner Anacona, Carlos Betancur e Mikel Landa.

La BMC sarà alla partenza con Damiano Caruso, la UAE-Team Emirates con Diego Ulissi e la Michelton con Roman Kreuziger, secondo classificato nell'Amstel.

Altre formazioni al via saranno la AG2R di Romain Bardet, la Bora con Rafal Majka, l'Astana con i nostri Moreno Moser e Dario Cataldo e soprattutto con Jakob Fuglsang, ottavo all'Amstel. Attenzione inoltre alla Quick-Step, in quanto Julian Alaphilippe nella gara di domenica (settimo al traguardo) si è dimostrato pimpante e molto determinato a mettersi in evidenza; saranno invece da verificare le condizioni di Michael Matthews del Team Sunweb e di Bauke Mollema della Trek-Segafredo, soprattutto su un tracciato così duro come quello della Freccia Vallone.

I corridori della Bahrain Merida

Una citazione a parte la meritano i ragazzi della Bahrain, presente in Belgio con il suo capitano Vincenzo Nibali, attualmente indiscusso numero uno del Ciclismo italiano, che sicuramente ha come obiettivo primario quello di Liegi ma, come accaduto a Sanremo, se dovesse presentarsi l'occasione giusta di sicuro non se la farà sfuggire.

Vincenzo ha corso sia il Fiandre che l'Amstel non brillando particolarmente, ma è sempre stato vicino ai migliori, indice di una condizione che sta crescendo.

Insieme a lui ci sarà Enrico Gasparotto, autore di una grandissima corsa in Olanda, dove con un tentativo nel finale è riuscito ad anticipare il gruppetto di Sagan e Valverde, tagliando il traguardo al terzo posto. L’arrivo sul traguardo di Huy è previsto tra le 16.10 e le 16.40, in base alla media oraria; la gara sarà trasmessa in diretta televisiva [VIDEO]su RaiSport a partire dalle ore 12.00.