Ora lo possiamo dire ufficialmente: Ivan Zaytsev è un giocatore di Modena.

Ecco il video in cui è lo stesso giocatore a parlare della sua prossima destinazione e a dare appuntamento ai tifosi:

La telenovela è finita

C'è chi diceva che Perugia aveva presentato una nuova offerta dell'ultimo minuto per provare a convincere il giocatore a rimanere in Umbria anche per le prossime stagioni (era stato proposto, si dice, un biennale), c'è chi mesi fa aveva fiutato la possibilità di arrivare a lui perché voleva prima di tutto giocare come opposto e aveva effettuato un sondaggio giusto per provare a sognare (Verona), qualcuno lo voleva nuovamente diretto verso la sua seconda casa, cioè la Russia, per "monetizzare" il più possibile questi anni di piena maturità atletica che sta dimostrando in campo ed infine c'è stata la proposta più interessante, quella che Ivan Zaytsev ha realmente preso in considerazione, quella di Trento, dove avrebbe giocato in diagonale con Simone Giannelli proprio come farà in Nazionale per tutta l'estate fino ai Mondiali.

Ed invece, proprio come era stato anticipato dai maggiori quotidiani sportivi nazionali, la squadra che è riuscita a concludere "l'operazione Zar" con successo è la società che ultimamente sembrava più in difficoltà dopo alcune scelte poco felici e destabilizzanti: Modena.

La rinascita di Modena passa da Zaytsev ma non solo

Il colpo è sicuramente di quelli che scaldano il cuore dei tifosi, come già è stato fatto per il tecnico scelto per il nuovo corso modenese (Julio Velasco [VIDEO]), ma non solo: Micah Christenson ha firmato un precontratto con l'Azimut dopo aver capito che la sua attuale squadra (Lube Civitanova) aveva deciso di puntare su Bruninho [VIDEO] per la prossima stagione, liberando di fatto il palleggiatore americano che così si è trovato coinvolto in uno scambio di alzatori tra le due società rivali.

Ora però la situazione non è più tanto chiara, col capitano della nazionale verdeoro che sembra aver cambiato idea e voler rimanere a Modena e con Micah che rimane nel limbo senza sapere se sarà lui il palleggiatore sul quale sarà costruita la squadra allenata da Velasco. Inoltre prima di poter parlare di un sestetto in grado di far tornare il team a competere per i traguardi più importanti della stagione, come lo scudetto, rimane anche il dubbio su chi andrà a sostituire Earvin Ngapeth in posto 4: con Zaytsev opposto ed una banda di livello internazionale (ancora da individuare?) i tifosi modenesi potranno realmente tornare a sognare.